Bari, Mignani: "Crediamo in Antenucci, per lui parlano i numeri"

31.07.2021 15:15 di Marco Pieracci   vedi letture
Bari, Mignani: "Crediamo in Antenucci, per lui parlano i numeri"

Michele Mignani, allenatore del Bari, ha parlato nella conferenza stampa di fine ritiro in Trentino: "Impossibile fare un bilancio - riporta tuttobari.com - non siamo riusciti ad allenarci come avremmo voluto, sia per la positività di alcuni giocatori sia perché a livello numerico non abbiamo fatto quello che serviva. Bisogna comunque ragionare in maniera positiva, ci siamo conosciuti e gettato piccole basi per costruire la squadra: speriamo di poterlo fare quando torneremo in Puglia. Dobbiamo allineare la preparazione di chi sino ad ora è stato fermo, magari organizzando anche amichevoli fra noi o con qualche altro per allargare il campo ed arrivare al massimo della forma. Il rinnovo di Antenucci? Crediamo in lui, parlano i numeri: dal punto di vista della scelta siamo convintissimi e felici, ha entusiasmo. Darà un grande contributo alla squadra, così come lo faranno i suoi compagni. Non bisogna mai analizzare un singolo bensì il collettivo, le colpe non sono mai di uno noi, anche se sbaglia un rigore, un tiro o un passaggio. Noi dobbiamo diventare una squadra, e farlo nel minor tempo possibile. Ci vuole equilibrio, non dobbiamo strapparci i capelli per aver perso quindici giorni di lavoro collettivo. Dobbiamo metterci nelle condizioni per arrivare pronti alla prima giornata. Chi ha deciso di far parte di questo progetto sa che c'è un obiettivo chiaro per tutti, siamo consci: tutto passa attraverso il lavoro. Tutti gli allenatori vorrebbero la squadra al completo in ritiro, ma spesso non è possibile. La società ha scelto di puntare su un direttore sportivo ed un allenatore nuovi. In questo momento tanti club sono fermi perché ci sono giocatori in esubero, sono convinto che con un po' di pazienza costruiremo una squadra giusta per la piazza ed il mio pensiero di calcio. Maita? Credo che non conosca completamente le sue potenzialità, può esprimere ancora di più ed io spero di tirarglielo fuori". Infine su Marras e Citro: "Il primo può fare tutti i ruoli in attacco, il secondo va recuperato. Ha fatto bene in B e sono convinto possa divenire determinante".