Catania, Lucarelli: "A breve nuovi rinforzi dal mercato"

22.01.2020 21:30 di Dario Conti   Vedi letture
Catania, Lucarelli: "A breve nuovi rinforzi dal mercato"

E' soddisfatto Cristiano Lucarelli, dopo il ritorno alla vittoria del suo Catania contro l'Avellino. Il tecnico etneo commenta così a fine gara:

“La vittoria di oggi è sicuramente importante perché ci rimette in quella situazione tra il sesto e l’ottavo posto in lotta con altre due squadre, tipo il Teramo e il Catanzaro, che comunque sono clienti non semplici. Quindi questa vittoria rivaluta anche i pareggi in trasferta, ma soprattutto è la vittoria dei ragazzi, che ringrazio pubblicamente. Ringrazio anche il pubblico, che mi ha rivolto dei cori a fine gara, ma deve ringraziare i calciatori, che si sono fidati di me in un momento di grande difficoltà. Hanno messo il cuore oltre l’ostacolo. Abbiamo regalato un calcio di punizione in maniera ingenua. La cosa mi ha fatto arrabbiare tanto, ho preso anche l’ammonizione e sono andato a calmarmi cinque minuti. Sarno? Avevo il dubbio di farlo partire dall’inizio, ma alla fine ho fatto i miei calcoli con le sostituzioni e ho preferito far partire titolare Curcio. Devo fare i complimenti a Mbende, che ha fatto un’altra grande prestazione. Rosso immeritato a Parisi? Beh, dipende cosa ha detto il giocatore. Se mandi a quel paese l'arbitro, ci può anche stare. A me è successo tante volte. Capuano dice che ho pianto tutta la settimana? Gli ricordo che questa settimana è di due giorni, perché c'è stato appena il lunedi e martedì, quindi è stata una settimana un po' corta e poi non ho pianto, ho preso i fazzoletti dal presidente del Potenza e li ho usati (ride ndr). Se ogni calcio d'angolo, tiri giù un giocatore e nella fattispecie Mbende, prima o poi il rigore te lo fischiano. Se oggi ci fosse stato la Var, gli avrebbero fischiato otto rigori a favore del Catania. Curcio? Ha fatto un tiro al volo che se andava dentro veniva giù lo stadio. Gli ho visto fare cose in allenamento che non ho mai visto fare a nessuno in questa categoria. E' ovvio che, come Sarno non è ancora al top, ma il nostro obiettivo è portare questi giocatori a stare bene a maggio, quando le partite conteranno. Saranno freschi, farà caldo, i campi saranno asciutti e non avranno sul groppone un'annata intera. Vedremo cosa riusciranno a darci in quella circostanza. Vogliamo rimetterli in pista fisicamente. Barisic? L'ho visto molto bene. Il cambio era dovuto all'infortunio di Curiale che non dovrebbe essere nulla di grave". 

Poi spazio al mercato che regalerà altri tasselli agli etnei: "Sostituto di Di Piazza? E’ scontato che arrivi un giocatore al suo posto, che abbiamo già individuato. Dobbiamo solo aspettare che la società di appartenenza riesca a prendere un suo obiettivo. Signorini? E’ un profilo che seguiamo. Murilo? Avevamo già firmato le carte, poi il Livorno ci ha chiesto la cortesia di farlo giocare contro la Virtus Entella ed ha fatto gol e assist. Adesso il Livorno non è più intenzionato a darcelo. Ci eravamo mossi in maniera furba e prima degli altri, ma siamo stati beffati. Murilo comunque sarebbe stato un esterno d’attacco. Devo dire che, rispetto a due anni fa, ho trovato il Direttore molto disponibile ad accontentarmi sulle caratteristiche dei giocatori che mi piacciono e qualche nome spendibile sul mercato. Murilo era uno di questi, il Catania ha fatto uno sforzo importante per provare a prenderlo. Aspettiamo a breve l’annuncio di un centrocampista, oltre Salandria, e l’attaccante. Difesa? Abbiamo tre centrali di grande livello, Saporetti infortunato, quindi ne arriverà un altro. Silvestri salta la doppia trasferta, cosi come Esposito domenica, abbiamo necessità di intervenire anche in quel ruolo”.