FOCUS TC - Serie C, 10^ giornata: la Top 11 del Girone C

Modulo: 3-3-4
22.10.2021 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    vedi letture
Alexis Ferrante
TMW/TuttoC.com
Alexis Ferrante
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

La decima giornata del Girone C di Serie C vede la capolista Bari frenare a causa di un ottimo Foggia, che blocca i biancorossi sul pari al "San Nicola", di fronte un pubblico da Serie A. Accorcia le distanze il Catanzaro, che piega a domicilio il Latina, mentre la Turris cade in casa contro un bel Campobasso. In chiave playoff bene Monopoli, Palermo e Taranto. Vincono anche la Paganese, che fa saltare la panchina del Potenza, e il Picerno che fa un bel balzo in classifica. 

Ecco i migliori undici della decima giornata del Girone C: 

PORTIERE

Mirko Albertazzi (Picerno): un clean sheet prezioso per l'estremo difensore rossoblu che nel finale mantiene inviolata la propria porta ed evita il ritorno del Monterosi sbarrando la strada a Costantino e compagni. 

DIFENSORI

Michele Murolo (Paganese): l'esperto difensore riscatta le ultime criticate prestazioni con una prova rocciosa condita dal gol che spiana la strada al successo sul Potenza. 

Luigi Silvestri (Avellino): salva capra e cavoli con un gol che consente a mister Braglia di restare ancora sulla panchina biancoverde e alla squadra di tornare da Catania con un buon punto che muove la classifica. 

Mario Mercadante (Monopoli): ancora freddissimo dal dischetto il difensore biancoverde. Grazie alla sua rete e alla prova maiuscola nella sua zona di competenza, il Gabbiano torna al successo. 

CENTROCAMPISTI

Francesco Pitarresi (Picerno): segna, con la complicità di Reginaldo, la rete del raddoppio rossoblu. Una gara di grande sostanza per il centrocampista, determinante per il ritorno al successo dei lucani. 

Mattia Maita (Bari): momento oltremodo positivo per il regista biancorosso che insacca la rete del vantaggio e gioca la solita gara ricca di palloni giocati con grande intelligenza. 

Nana Welbeck (Catanzaro): l'uomo in più dei giallorossi perché sembra veramente ovunque, in mezzo al campo e non solo. Recupera tantissimi palloni ed è sempre efficace nel far ripartire l'azione. 

ATTACCANTI

Antonio Santarpia (Taranto): il suo ingresso spacca in due il match. Innesca Giovinco per l'aizone che porta al calcio di rigore, poi si mette in proprio e trova la rete da tre punti. 

Luca Moro (Catania): ormai presenza fissa nella nostra Top 11. Sta trascinando i rossoazzurri in ogni gara. Un altro gol, e ora sono ben otto in nove gare, tant'è che ormai la B ha i riflettori su di lui. 

Alexis Ferrante (Foggia): sbaglia un paio di chance che avrebbe potuto sfruttare meglio ma nella ripresa si riscatta con un bolide mancino che trova la rete del pareggio in quel di Bari. 

Matteo Brunori (Palermo): un uomo in missione. Entra con la voglia di spaccare il mondo e ci riesce, regalando ai rosanero una vittoria quasi insperata in inferiorità numerica con un gol da vero attaccante. 

ALLENATORE

Mirko Cudini (Campobasso): tanti giocatori oltre la sufficienza in casa molisana. Scegliamo di premiarli tutti tramite mister Cudini, che in casa di una delle squadre più in forma del momento fa disputare ai suoi ragazzi una gara intelligente. Il Campobasso concede, ma reagisce. La ribalta, tiene botta e poi resiste. Con qualità e grinta. Una partita studiata e vinta con merito.