Juve Stabia-Campobasso, sfida che sa di spettacolo. Le probabili

18.09.2021 11:30 di Maurizio Calò   vedi letture
Juve Stabia-Campobasso, sfida che sa di spettacolo. Le probabili
TMW/TuttoC.com
© foto di Federico Gaetano

E' la sfida tra due filosofie di calcio che vogliono dare e creare spettacolo. E' la sfida tra allenatori di diversa generazione ma di filosofia identica. Walter Novellino e Mirko Cudini. Un grande margine sulla carta d'identità ma stessa passione, stessa voglia, stessi concetti. La Juve Stabia è partita, diciamo, cosi cosi con qualche intoppo sulla tabella di marcia ma anche con alle spalle una vittoria convincente in trasferta con la Vibonese ma anche laddove ha pareggiato ( in trasferta ad Andria e in casa con l'Avellino) ha mostrato la stessa idea di gioco. Un 4-2-3-1 molto propositivo e votato all'attacco. A Castellammare di Stabia sanno che quest'anno si deve fare un campionato di vertice o quantomeno che sia di grande competitività. C'è fiducia nel lavoro di Walter Novellino, "vecchio" marpione del nostro calcio e maestro assoluto di tattica. Ha accettato questa sfida in Serie C con la sua solita serietà e il suo solito entusiasmo di sempre. Ora, pero', occorre arrivare alla tanto agognata continuità per rimanere costantemente nelle parti alte della classifica. Occasione ghiotta oggi contro la matricola Campobasso alla ricerca della sua identità ma che non si discosta più di tanto dalla filosofia del tecnico ex Sampdoria. Mirko Cudini, allenatore dei molisani, propone da inizio stagione un 4-3-3 votato all'attacco, al gioco offensivo e ad una logica, si di equilibrio, ma anche volto alla conquista della vittoria convincendo. L'inizio è stato contraddittorio. Una vittoria, un pareggio e una sconfitta. Ma proprio la vittoria di domenica scorsa a Monterosi ha dato entusiasmo alla troupe di Cudini. Le certezze che da una vittoria sono sempre importanti. Ed ora il Campobasso dovrà affrontare il difficile test di Castellammare di Stabia con il giusto rispetto nei confronti dell'avversario ma con quella giusta determinazione e convinzione che in questi campionati e in queste categorie possono fare la differenza.

QUI JUVE STABIA. Un po' di amarezza in casa Juve Stabia per le condizioni fisiche di Eusepi che non sara' della sfida contro il Campobasso per via dell'infortunio alla spalla rimediato domenica scorsa a Vibo. Un incidente che ha privato la squadra di Novellino del suo talento e che si porterà avanti probabilmente per un mese circa. Per il resto, la formazione dovrebbe gioco forza ricalcare quella di domenica scorsa sempre con il 4-2-3-1 proposto da Walter Alfredo Novellino. Ci si aspetta la prima vittoria interna in campionato per le vespe di Castellammare e i presupposti ci sono tutti. Il pubblico e l'ambiente sono dalla parte di squadra e tecnico ma naturalmente occorrono i risultati.

QUI CAMPOBASSO. La vittoria a Monterosi, nella veccnhia Tuscia laziale, ha riportato entusiasmo e convinzione a Campobasso. Tant'è che dei 381 biglietti messi a disposizione dalla societa' della Juve Stabia quasi 200 sono stati staccati sino alla giornata di ieri con possibilità, dunque, di poter incrementare i presenti nel settore ospiti dello stadio "Menti" di Castellammare di Stabia. In settimana Mirko Cudini ha lavorato pur avendo la tegola dell'infortunio dell'attaccante Giacomo Parigi fermatosi per uno stiramento al flessore anche se appare nella lista dei convocati. Squalificato Fabriani e Ledu ancora indisponibile. Campobasso, pertanto, con il solito 4-3-3 che proverà a mettere in difficoltà la Juve Stabia minando, cosi, le sue certezze.

Ecco le probabili formazioni della partita che seguiremo oggi su TuttoC.com a partire dalle ore 17.10:

JUVE STABIA ( 4-2-3-1): Sarri; Donati, Tonucci, Caldore, Rizzo; Davì, Berardocco; Bentivegna, Schiavi, Panico; Della Pietra. A disp.: Pozzer, Russo, Cinaglia, Esposito, Troest, Altobelli, Scaccabarozzi, Squizzato, Evacuo, Lipari, Stoppa. All.: Walter Alfredo Novellino.

CAMPOBASSO ( 4-3-3): Raccichini; Sbardella, Menna, Dalmazzi, Vanzan; Tenkorang, Bontà, Candellori; Liguori, Rossetti, Di Francesco. A disp.: Zamarion, Coco, Martino, Magri, Pace, Ciocca, Giunta, Nacci, Emmausso, Parigi, De Biase, Vitali. All.: Mirko Cudini.

Arbitro: sig. Simone Galipò di Firenze. Assistenti Pragliola/Trasciatti. IV Ufficiale: sig. Giuseppe Costa di Catanzaro.