Rieti, Caneo promette: "I miei giocatori impareranno a soffrire"

21.10.2019 20:50 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Bruno Caneo
© foto di Federico De Luca
Bruno Caneo

Bruno Caneo si è presentato quest'oggi in conferenza stampa quale nuovo allenatore del Rieti: "Sono contento di essere qua e sono molto motivato. La squadra ha margini di miglioramento, voglio un calcio più aggressivo e dinamico e lavorerò sulla tecnica di base che è determinante. Non vedo l'ora di cominciare, ho fatto per diversi anni l'allenatore in seconda e ho sempre vissuto spogliatoi dove tutti avevano un solo obiettivo. Questa è la mia filosofia: non guardo in faccia a nessuno. I miei giocatori impareranno a soffrire. I risultati danno coraggio e fiducia, ma bisogna meritarseli. Da chi ho ricevuto la prima telefonata di complimenti? Mi ha chiamato mia moglie e mi ha detto non andare troppo lontano (ride, ndr). Perché ripartire da Rieti? Ho provato al Real Madrid ma non ci sono riuscito (ride, ndr). A parte gli scherzi ho voglia, dopo tanti anni come secondo, di provare un'altra esperienza, da solo. Penso di poter dare qualcosa in più, di divertire e di far divertire. Ho deciso così di rimettermi in gioco. Come imposterò il Rieti dal punto di vista tattico? Negli ultimi due anni ho studiato situazioni tattiche che cercherò di imporre alla squadra. Quando acquisiranno del tutto l'elasticità mentale per capire certi gesti tecnici in campo ne rimarrano soddisfatti. Se prediligo un modulo? Il 3-4-3 può dare geometrie e alternative importanti".