Top & Flop di Avellino-Paganese

07.03.2021 19:55 di Emmanuele Sorrentino   Vedi letture
Top & Flop di Avellino-Paganese
TMW/TuttoC.com
© foto di Carlo Giacomazza/CGP Photo Agency

L'Avellino supera per 2-0 la Paganese e si porta a -7 sulla Ternana, staccando nel contempo il Bari, che nel pomeriggio ha perso tra le mura amiche con il Potenza, portandosi a +4 sui galletti. Le reti di Maniero su penalty al 78' e di Aloi all'84' decidono il amtch del Partenio.

Match frizzante in avvio, poi sale in cattedra l’Avellino che prova in tutti i modi a sfondare dalle parti di Baiocco, ma gli azzurrrostellati si difendono con ordine senza rischiare troppo. Si segnalano una svirgolata di Cigagna all’11’ che per poco non beffava Baiocco, comunque attento sulla traiettoria, e un bolide di De Francesco al 39’, che raccoglie una corta respinta della difesa azzurrostellata, palla larga sul fondo. Al 43’ Bernardotto di testa sugli sviluppi di un corner è impreciso e manda alto. Tante proteste tra le fila dell'Avellino, in particolare al 29' per una presunta trattenuta di Onescu ai danni di Silvestri, per Petrella non ci sono gli estremi per il penalty.

Seconda frazione di gioco avara di emozioni: solo al 55' si segnala un tentativo da parte dei padroni di casa con Silvestri che riceve palla su punizione da Aloi e di testa spedisce alto; il difensore tuttavia era in fuorigioco. Tre giri di lancette dopo traversone dalla destra di De Francesco per la spizzata di Bernardotto, la sfera termina larga sul fondo. Al 60' Di Napoli passa al 3-4-1-2 richiamando in panchina Gaeta ed inserendo Raffini, che fa da partner con Diop, mentre Guadagni agisce alle spalle delle due punte. Braglia risponde cambiando la coppia d'attacco: fuori Bernardotto e Santaniello, dentro Fella e Maniero. Ed è proprio il neo entrato a cercare la porta, il suo colpo di testa è impreciso. Al 68' Fella calcia a botta sicura, Baiocco con i pugni respinge. Di Napoli intuisce che i suoi stanno soffrendo troppo e allora gioca la carta Volpicelli, che rileva proprio Guadagni. Al 77' l'episodio che cambierà le sorti del match, contatto  in area Cigagna-Carriero, per Petrella ci sono gli estremi per il penalty: dagli undici metri si presenta Maniero che spiazza Baiocco. Cinque minuti dopo altro episodio a sfavore degli azzurrostellati: Volpicelli in scivolata ferma la progressione sulla sinistra di Adamo, per Petrella è rosso diretto. In dieci uomini la squadra di Di Napoli subisce il raddoppio: rasoiata dal limite di Aloi che trafigge Baiocco nell'angolino basso alla sua destra. Finale senza storia: l'Avellino lascia scorrere il tempo, la Paganese invece deve fare i conti con la quattordicesima sconfitta stagionale. I lupi rosicchiano altri punti alla Ternana, fermata sul pareggio nel pomeriggio contro la Virtus Francavilla (1-1), portandosi a quota 56 punti, a -7 dagli umbri. Azzurrostellati sempre terzultimi a quota 24 punti: sfuma nuovamente il possibile sorpasso sulla Vibonese, che ha impattato alle 15.00 con la Casertana.

Nel prossimo turno l’Avellino si recherà a Monopoli per disputare l’anticipo della trentesima giornata, in  programma sabato 13 alle ore 15.00 allo stadio Veneziani; la Paganese invece ospita domenica 14 il Palermo al Torre con fischio di inizio previsto per le ore 12.30.

TOP

Ultimi dieci minuti dell'Avellino: due episodi regalano agli irpini il diciassettesimo successo stagionale. Una gara in cui gli uomini di Braglia hanno costruito tanto senza riuscire a trovare la rete. Solo nel finale un penalty di Maniero e una rasoiata di Aloi consente di agguantare i tre punti. Ultimi dieci minuti all'arrembaggio per i biancoverdi, che capitalizzano al massimo le occasioni costruite. IMPETUOSI 

La compattezza della Paganese: dura solamente 78' la grande prova di compattezza degli azzurrostellati, che si difendono bene senza subire eccessivamente dall'Avellino. Un episodio cambia le sorti di un match che era indirizzato verso un pareggio forse giusto. UNITI

FLOP

Nessuno per l'Avellino: il dodicesimo risultato utile consecutivo, la decima vittoria nelle ultime dodici gare, un ruolino di marcia impressionante che rilancia gli irpini in classifica, ora a -7 dalla Ternana. Gli uomini di Braglia proveranno a rendere più avivncente il finale di campionato. ECCEZIONALI

Giovanni Volpicelli (Paganese): la squadra era in perenne sofferenza dopo il cambio di modulo, Di Napoli si gioca subito la carta Volplicelli per limitare i possibili effetti negativi. In realtà il classe '99 impiega 12' per farsi espellere, lasciando i suoi compagni in dieci: da quel momento il tracollo definitivo con conseguente raddoppio di Aloi. INGENUO

RIVIVI LE EMOZIONI DEL MATCH!