Top & Flop di Monopoli-Juve Stabia

23.01.2021 17:30 di Nando Armenante   Vedi letture
Top & Flop di Monopoli-Juve Stabia
TMW/TuttoC.com
© foto di Giuseppe Scialla

Grandissima rimonta del Monopoli al "Veneziani": i pugliesi ribaltano da 0-2 a 4-2 la Juve Stabia di Padalino e portano a casa tre punti preziosissimi, centrando anche la prima vittoria del nuovo anno. Il Gabbiano torna a volare e si rialza in classifica. 

L'avvio è da incubo per i padroni di casa che dopo 10 minuti sono già sotto di due gol: la Juve Stabia passa al 5' con Scaccabarozzi che sfonda a sinistra e crossa al centro per Orlando, tutto solo e calcia a botta sicura, fulminando Satalino. Dopo 4 minuti, Bitonti assegna un penalty agli ospiti per una dormita di Riggio che stende Cernigoi in area. Dal dischetto è impeccabile Berardocco: il centrocampista spiazza Satalino e fa 0-2. Il Monopoli fa tanta fatica per entrare in partita e la Juve Stabia sfiora anche il tris con Cernigoi che ci prova con l'esterno destro ma manda di poco alto. Le prime due chance per i pugliesi capitano sui piedi di Soleri: sulla prima è bravo Tomei a mettere in angolo, ma sull'azione seguente spreca malamente calciando alto da due passi. Poi però arriva il lampo che riaccende la partita: Zambataro crossa dalla destra per Lombardo, che in spaccata mette un tiro-cross a scavalcare Tomei e Starita deve solo spingere in porta per l'1-2. Si va così all'intervallo. 

Lo shock ad inizio ripresa è per la Juve Stabia: meno di un minuto e Starita imbecca Paolucci in area di rigore con il numero 10 che non sbaglia a tu per tu con Tomei, siglando il 2-2. La squadra di Scienza inizia a crederci e sfiora il tris prima con Mercadante e poi con Soleri ma Tomei risponde presente. Poi arriva un lampo della Juve Stabia con Berardocco che centra il palo direttamente su calcio di punizione. Ma è solo un episodio per le Vespe perchè il Monopoli sembra più determinato in campo nella ripresa. Il ritmo però cala col passare dei minuti e le sostituzioni fanno da padrone nella fase centrale. Si arriva così al 40' ed il Monopoli completa la rimonta: Tazzer scende sulla destra, crossa al centro per l'accorrente Bunino che non sbaglia a centro area e fa esplodere i presenti al "Veneziani" con il gol del 3-2. La Juve Stabia si getta in avanti ma al 5' di recupero subisce il contropiede che chiude il match con Starita che salta Tomei e deposita in fondo al sacco. Trionfa il Gabbiano! 

TOP 

Ernesto Starita (Monopoli): Rischia tantissimo quando entra in netto ritardo su Lia, prendendo un giallo quasi arancione. Sembra non essere in giornata ma improvvisamente trova il gol dell'1-2 ringraziando l'ottima giocata sull'asse Lombardo-Zambataro. Entra così nel vivo della partita e nella ripresa è il fautore dell'assist per il pareggio di Paolucci. Quasi sempre imprendibile, mette in costante difficoltà la retroguardia delle Vespe. Ha il merito nel finale di trovare il gol che chiude la partita, saltando Tomei e depositando la palla in fondo al sacco. DECISIVO

Francesco Orlando (Juve Stabia): L'uomo più pericoloso dei suoi. Al primo pallone buono fa centro ed è sempre pericoloso quando entra palla al piede. Nella ripresa cala, così come tutta la sua squadra ma mette un gran pallone sulla testa di Ripa che spreca malamente a centro area. Padalino decide di sostituirlo (per risparmiarlo?) e la squadra si spegne definitivamente in zona offensiva. PUNGENTE

FLOP

Primi 10 minuti (Monopoli): Due distrazioni, due gol subiti. Inizio da incubo per la squadra di Scienza che va in doppio svantaggio subito ed è costretta a rincorrere per tutto il primo tempo. Il gol di Starita riaccende la speranza e permette ai pugliesi di giocarsi il tutto per tutto nella ripresa. Il secondo tempo è un capolavoro ed arriva la rimonta vincente. FIRST REACTION: SHOCK

Secondo tempo (Juve Stabia): In realtà si potrebbe dire che la squadra di Padalino ha smesso di giocare dopo l'1-2 di Starita ma nella ripresa non entra in campo e subisce il pareggio dopo un minuto. Poi la squadra fatica tanto nel costruire occasioni (il palo su punizione di Berardocco è solo un episodio) e neanche i ricambi dalla panchina aiutano. Nel finale di gara la squadra crolla e subisce due colpi da ko. Padalino rischia? INSUFFICIENTI