Bari, lo squillo che può valere la B. Reggiana, il KO che può costare la promozione diretta

15.03.2022 00:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    vedi letture
Bari, lo squillo che può valere la B. Reggiana, il KO che può costare la promozione diretta

"Per me non è la partita dell'anno, per il semplice motivo che ogni gara è fondamentale, paradossalmente è più importante per loro che per noi". Mister Michele Mignani, alla vigilia del match contro il Catanzaro, difficile dire se per pretattica o convinzione, aveva gettato acqua sul fuoco. Per il Bari non sarebbe stata decisiva. Ma, non ce ne voglia il tecnico, di fatto lo è diventata. A sette giornate dal termine, con 10 punti di vantaggio proprio sui calabresi, è davvero impossibile non ammettere che la squadra biancorossa ha diversi match ball dalla sua. 

Per i pugliesi sembra davvero l'anno buono. Il Bari è andato anche oltre alcune inaspettate battute d'arresto, come i pesanti KO interni contro Campobasso e Messina, sconfitte che hanno fatto parecchio rumore, soprattutto la seconda, arrivata a poca distanza dalla precedente. Come similmente era anche successo nel girone d'andata. Piccole parentesi però, bisogna infatti dare grande merito al tecnico e ai giocatori, capaci di reagire nell'immediato. E questo preziosissimo squillo del "Ceravolo" può davvero valere la Serie B.

È anche vero che il risultato ha generato degli strascichi. Diego Foresti, direttore generale dei giallorossi, ai nostri microfoni ha dichiarato: "Quello che è accaduto ieri, con un rigore assegnato ai biancorossi e negato al Catanzaro, lo hanno visto tutti. Così come hanno visto tutti l'atteggiamento dei calciatori ospiti che, in barba alla professionalità che si chiede in questa categoria, sono usciti dal campo irridendo i tifosi giallorossi". Una forte presa di posizione, vedremo se ci sarà una risposta in merito. 

A qualche centinaio di chilometri di distanza invece, a Reggio Emilia, il clima è tutt'altro. Alcune settimane fa sottolineavamo lo splendido duello a distanza con il Modena, un testa a testa entusiasmante. L'avrebbe spuntata chi sbagliava meno, dicevamo. Certo, lo ha fatto anche la squadra gialloblu, purtroppo però nelle ultime gare quella granata è incappata in un paio di stop che potrebbero costare la promozione diretta. 

Data infatti la continuità della formazione di msiter Tesser, bisogna davvero sperare in un passo falso per riaprire i giochi. Lo ha in parte sottolineato anche il direttore sportivo Tosi: "Dobbiamo fare più punti possibili e farci trovare pronti se dovesse capitare un altro incidente di percorso ai canarini. Se poi non vinceremo il campionato, ci sarà un altro mese di lavoro altrettanto importante". Certo, la Reggiana, così come il Catanzaro, saranno eventualmente le squadre da battere ai playoff. Squadre davvero forti ma mai come quest'anno il campionato dimostra come venire fuori dalla C è un affare tutt'altro che semplice.