Il fatto della settimana - Cambiano i criteri di ripescaggio: la D perde la precedenza. Priorità a seconde squadre e retrocesse dalla Lega Pro

22.05.2022 00:00 di Marco Pieracci Twitter:    vedi letture
Il fatto della settimana - Cambiano i criteri di ripescaggio: la D perde la precedenza. Priorità a seconde squadre e retrocesse dalla Lega Pro
TMW/TuttoC.com

Nel Consiglio Federale riunitosi mercoledì scorso a Roma sono stati adottati diversi provvedimenti che interessano direttamente la Serie C. C'era grande attesa in particolare per le decisioni in merito ai criteri di riammissione delle squadre ai campionati professionistici e alle norme volte a regolamentare gli eventuali ripescaggi. Ebbene, nulla è cambiato per ciò che concerne le riammissioni visto che è stata sostanzialmente confermata la disciplina vigente. L'impianto ricalca fedelmente quello della passata stagione, per la stabilire la priorità ci si baserà sullo scorrimento della classifica: Pistoiese e Fermana, retrocesse ai playout, sono in prima fila per usufruire di tale diritto. Differente invece il discorso per i ripescaggi: la Serie D perde la precedenza in base al criterio dell'alternanza che prevede al primo posto in graduatoria, quindi davanti ai club di C, l'eventuale seconda squadra di Serie A ma, allo stato attuale delle cose, la Juventus U23 per il quinto anno consecutivo è destinata a restare l'unica a dare continuità al progetto. Su questo punto il Consiglio ha dato delega al presidente federale, sentiti i presidenti delle componenti interessate, per l’individuazione dei criteri che regolano la partecipazione delle seconde squadre A al campionato di Serie C. Gravina che, intervenendo nel corso del forum "Il Calcio che l'Italia si merita", organizzato dal Corriere dello Sport, ha ribadito per l'ennesima volta l'insostenibilità di un sistema con 100 squadre.