Il fatto della settimana - Spinelli tiene in vita il Livorno ma il futuro del club amaranto resta incerto

20.12.2020 00:00 di Marco Pieracci   Vedi letture
Aldo Spinelli
TMW/TuttoC.com
Aldo Spinelli
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport

Il Livorno è ancora vivo e considerando l'aria che tirava in casa amaranto fino a pochi giorni fa è già un mezzo miracolo. A salvarlo sull'orlo del fallimento è stato ancora una volta Aldo Spinelli, ex patron contestato da tre mesi socio di minoranza ma di fatto l'unico soggetto in grado di garantire la sopravvivenza del club. Almeno fino al termine della stagione in corso e poi si vedrà. Certo, parlare di lieto fine sembra una forzatura perchè gli interrogativi restano tanti. A cominciare dalla permanenza in categoria per nulla scontata al netto dei punti di penalizzazione che dovrebbero essere 7, pesante eredità lasciata dalla scellerata gestione precedente. Mercoledì la squadra di Dal Canto ha reagito con orgoglio andando a vincere a Vercelli ma è chiaro che la salvezza dovrà passare anche attraverso un ritorno sul mercato per colmare le lacune della rosa. Poi dovrà essere fatta chiarezza sui rapporti all'interno della società per restituire finalmente un assetto stabile nel quale il vicepresidente Silvio Aimo, che gode della fiducia di Spinelli, è destinato ad avere un ruolo più centrale. La convivenza con Navarra sembra difficile ma un tentativo verrà comunque fatto. Nel frattempo la buona notizia è che oltre ai giocatori sono stati pagati anche i dipendenti che lavorano quotidianamente dietro le quinte permettendo alle rispettive famiglie di trascorrere un Natale più tranquillo. Per quanto lo possa essere in tempi di Covid-19.