Il fatto della settimana - Teramo, dal Tribunale di Roma un barlume di speranza: Spinelli rileva le quote sbloccate e prova a salvare il professionismo

17.07.2022 00:00 di Marco Pieracci Twitter:    vedi letture
Il fatto della settimana - Teramo, dal Tribunale di Roma un barlume di speranza: Spinelli rileva le quote sbloccate e prova a salvare il professionismo
TMW/TuttoC.com

La delibera di mercoledì di mercoledì mattina con cui il Tribunale di Roma ha sbloccato le quote di maggioranza (oltre il 60%) del Teramo sequestrate nel novembre scorso apre un piccolo spiraglio di luce per il futuro del club abruzzese escluso dal prossimo campionato di Serie C dopo la bocciatura ricevuta dalla Covisoc, confermata poi dal Consiglio Federale. Domani verrà discusso il ricorso, insieme a quello analogo del Campobasso, presentato al Collegio di Garanzia del CONI. In prima fila ci sarà Giuseppe Spinelli, l'imprenditore di origini siciliane che rileverà subito tali quote (quelle di minoranza resteranno nella disponibilità dell'ex presidente Franco Iachini) e chiederà un nuovo termine per regolarizzare la posizione garantendo gli adempimenti necessari per soddisfare l'indice di liquidità. "Dobbiamo puntare alla Serie C - ha dichiarato Spinelli a Il Messaggero - ed io sarei molto contento di esserci se ci daranno la chance. Io presente anche in caso di Serie D? Adesso parliamo solo della C, poi si vedrà. Io ci sono e devono esserci anche le istituzioni per dare la possibilità a questo umile zappatore di fare qualcosa di bello. Apriremo anche ad imprenditori, se vorranno, in molti mi dicono che io porto entusiasmo". Le speranze di conservare il professionismo in realtà restano flebili anche se il patron Ciaccia non sembra avere nessuna intenzione di arrendersi e si è detto pronto a portare avanti la sua battaglia legale fino al TAR. "Come potevo produrre atti a favore del Teramo, quelli necessari per l'iscrizione, se non avevo il controllo del club?" la sua tesi difensiva.