Il Pordenone torna in C. La favola dei Ramarri in Serie B dura tre stagioni, ma non sono mancate le soddisfazioni

19.04.2022 00:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    vedi letture
Il Pordenone torna in C. La favola dei Ramarri in Serie B dura tre stagioni, ma non sono mancate le soddisfazioni

In un sonnolento lunedì di Pasquetta, nel quale la Serie C riposa in attesa dell'ultimo match di regular season in programma nel fine settimana, arriva comunque una notizia sulla quale vale la pena soffermarsi. Perché dalla B è arrivata la prima retrocessione ufficiale. Era nell'aria da tempo, ma da questo lunedì il Pordenone torna ufficialmente in Lega Pro.

Fatale per i Ramarri la sconfitta casalinga per 1-4 contro il Benevento, la conclusione - anche se mancano altre tre gare - di una stagione totalmente da dimenticare, che pone fine all'avventura dei neroverdi in cadetteria dopo tre stagioni. 

Il presidente Lovisa, a caldo, ha dichiarato: "So cosa ho sbagliato: ho sbagliato la scelta degli allenatori. Dobbiamo fare un bel repulisti, ma i giocatori - anche quelli che sono andati via - non erano scarsi, ma abbiamo sbagliato le scelte tecniche. Ora finiamo la stagione con dignità, non come oggi. Abbiamo perso il nostro DNA nell'ultimo mese. Bisogna avere un carattere diverso, che non abbiamo avuto nell'ultimo mese, i numeri sono devastanti. Ora stiamo andando avanti a rinforzare la base societaria. Non era questo il modo di lasciare la categoria. Lavoreremo per ripartire con una base solida, vogliamo giocatori motivati con un altro tipo di carattere".

Paci per due giornate, Rastelli per le successive sei, poi Tedino fin qui. Il cambio di passo non è arrivato. A proposito di numeri: 17 punti in 35 gare, peggior attacco e difesa del torneo, solo tre le gare vinte. Purtroppo per il Pordenone una retrocessione telefonata da tempo. 

Un'avventura in Serie B iniziata nel migliore dei modi, con il quarto posto nel 2020 e la semifinale playoff. Poi nella scorsa stagione una salvezza meritata, ma in questo torneo tante cose sono andate davvero storte. Dispiace perché il Pordenone era una di quelle realtà di provincia che erano riuscite a spiccare in Lega Pro. Ora, si spera, tornerà ad essere una realtà della C. E magari riproverà subito il salto di categoria.