IL PROTAGONISTA DELLA SETTIMANA - LA PAUSA DI RIFLESSIONE DEL CONDOTTIERO UNICO BALDINI

30.11.2019 00:00 di Marco Pieracci   Vedi letture
Silvio Baldini
Silvio Baldini

La delusione, dopo la brutta sconfitta contro l'Albinoleffe, e la dura presa di posizione nei confronti dei giocatori, chiamati a prendersi le loro responsabilità ("Dopo una prestazione del genere bisogna essere incazzati"). La strana settimana di Silvio Baldini è iniziata così ed è poi proseguita con la decisione di non dirigere la prima seduta di allenamento, ufficialmente per problemi personali, sostituito dal vice Marchionni. Tutto lasciava presagire ad un addio, tanto che la squadra ha voluto far sentire la propria voce diramando un comunicato per chiedergli di tornare sui suoi passi. Dichiarazione d'amore tra le righe da parte del gruppo azzurro che al netto di un novembre nero con risultati deludenti continua a credere nel progetto tecnico della società e del suo allenatore.

"Al fischio finale della gara Albinoleffe-Carrarese Mister Silvio Baldini ci ha informato della volontà di prendersi una pausa dall’attività tecnica. Questa notizia ci ha fatto rimanere attoniti, ancora più amareggiati e desolati di quello che eravamo già dopo aver subito la sconfitta sul campo. La squadra, il gruppo ha avuto modo di parlare e confrontarsi ed è emersa, al suo interno, una posizione unanime: continuare il nostro percorso, il nostro progetto ed il nostro proposito con colui che è il perno ed il pilastro della Carrarese, colui che è il trait d’union con i tifosi e la città. È superfluo ribadire quanto sia la stima e la fiducia che condividiamo con la società e la proprietà e che riponiamo nel lavoro del mister ed è con lui che vogliamo proseguire le nostre battaglie sul campo. Pertanto, mister, vogliamo che tu, quale nostro Unico Condottiero, torni con noi a preparare le partite per cercare di vincere, già a partire da domenica. Ti aspettiamo".

Parole che hanno fatto breccia, visto che gli ultimi aggiornamenti da Carrara parlano di una situazione rientrata, col tecnico che ha ripreso il comando del gruppo e sarà regolarmente in panchina nella gara casalinga con la Pro Vercelli. Tutto dunque sembra essere tornato alla normalità anche se adesso ci si attende una risposta convincente sul campo da parte di Tavano e compagni, colpevolmente attardati in un girone A che, fatta eccezione per il Monza, non vede formazioni così superiori.