Partenza in salita tra prime delusioni (in tre ferme a quota zero) e la panchina saltata della Paganese dopo soli 180'. Basteranno i lampi di calciomercato a riportare un po' ovunque il sereno?

Pergolettese e Pro Sesto non hanno ancora ingranato. Per la Pro Patria difficile mettersi alle spalle il lungo ciclo Javorcic. Ecco tra i nuovi acquisti chi sta già brillando.
07.09.2021 00:00 di Valeria Debbia Twitter:    vedi letture
Partenza in salita tra prime delusioni (in tre ferme a quota zero) e la panchina saltata della Paganese dopo soli 180'. Basteranno i lampi di calciomercato a riportare un po' ovunque il sereno?
© foto di TC

La seconda giornata è terminata e già c'è la prima panchina saltata: è incredibile dover commentare dopo soli 180' l'esonero di Raffaele Di Napoli dalla Paganese. Di Napoli era giunto in azzurrostellato lo scorso 14 gennaio, con la squadra in zona playout e l'aveva portata alla salvezza proprio dopo la disputa del playout contro il Bisceglie. Questa stagione - nonostante la campagna acquisti piena di esperienza, con giocatori del calibro di Murolo, Castaldo, Zito - non era partita sotto i migliori auspici viste l'eliminazione dalla Coppa Italia Serie C per mano del Foggia, il 4-4 casalingo colto in extremis contro il Messina (dopo essere andati però sotto di ben tre reti), infine la sconfitta in casa della matricola Latina. E' sicuramente un primato negativo, se consideriamo che la scorsa stagione - escludendo il valzer sulla panchina del Foggia prima dell'avvio del campionato - il primo avvicendamento si era registrato solo dopo la quinta giornata: a farne le spese era stato Alessandro Potenza ad Arezzo, che in cinque gare aveva conquistato solo un pareggio.

Eppure c'è chi in questi 180' ha fatto peggio della squadra campana ed è ancora fermo al palo degli zero punti: è il Girone A a regalare quest'altro primato negativo (resta ben inteso che due turni sono ben pochi per trarre giudizi di merito, si può giusto parlare di statistica sfavorevole). Tolta la Virtus Verona che ha già vissuto il rinvio di una gara (quella contro il Piacenza), Pergolettese, Pro Sesto e Pro Patria hanno inanellato una doppia sconfitta in questo avvio di stagione. Per i cremaschi doppio ko per 2-1 ma contro avversari quotati come Juventus U23 e Padova, sestesi ko all'esordio nel derby di Gorgonzola (quindi contro avversario di pari livello) e poi incapaci di recuperare in casa contro la già lanciata Pro Vercelli. Caso a parte quello dei bustocchi: chiuso un ciclo che non ha fatto mancare sorrisi e salutato dopo ben quattro stagioni Ivan Javorcic, approdato al Südtirol, i tigrotti sono ripartiti da Luca Prina con la speranza di aprirne uno nuovo, ma per ora così non è. Tonfo casalingo all'esordio contro l'AlbinoLeffe e ben tre reti subite dalla matricola Trento: l'avvio è ad handicap e il tecnico si è già assunto le proprie responsabilità, parlando di quanto la Pro sia ancora lontana dal proprio obiettivo (la salvezza, ndr). Nel mezzo anche la sconfitta a tavolino di Coppa Italia per la posizione irregolare di Boffelli, su cui pendeva una squalifica dalla scorsa TIM Cup e che il Giudice Sportivo in primo grado e la Corte Sportiva d'Appello in secondo hanno confermato non dovesse essere schierato. 

Chiudiamo con una spruzzata di inevitabile calciomercato: nei giorni scorsi vi abbiamo chiesto chi riteniate possa essere la regina di questa sessione estiva tra una serie di sei candidate per girone da noi prescelte, in relazione ai movimenti effettuati. Distacco netto nei voti arrivati: in vetta Catanzaro (quasi il 26% al momento in cui scriviamo) e Modena (quasi al 17%), poi percentuali sempre più spezzettate e quasi risibili. Ma sul campo chi ha già goduto delle qualità dei nuovi arrivati? Il Lecco si coccola la punta classe 2002 Mattia Tordini, svincolato dopo la mancata iscrizione del Novara, e lui gioisce non solo per il suo primo gol tra i professionisti ma anche per la sua contestuale prima doppietta a condire il 4-1 contro il Legnago. Nel Siena occhi puntati sull'ala destra Ignacio Lores Varela, al rientro in Italia dopo tre anni all'estero: il classe 1991 nativo di Montevideo ha siglato una doppietta all'esordio timbrando il tabellino marcatori nel 3-0 alla Vis Pesaro. Michele Vano cerca il rilancio nelle file della Pistoiese, dopo un'annata in chiaroscuro divisa tra Mantova e Perugia e i due terzi dei gol messi a segno dall'Olandesina portano proprio la firma della punta classe 1991, anche se sono valsi un solo punto per ora. Tanti i nomi già emersi, invece, nel Girone C: dall'ex Sampdoria Ibourahima Baldé al Messina (due reti e due punti per i giallorossi) all'ex Carpi Cristian Carletti al Latina (che ha timbrato il successo contro la Paganese con la sua doppietta), dall'ex Casertana Luigi Castaldo alla Paganese (già doppietta contro il Messina) a Leon Sipos che dallo Spartaks Jurmala è passato in prestito al Catania (doppietta decisiva contro la Fidelis Andria), dall'ex Padova Edoardo Soleri ora al Palermo (protagonista sia nella vittoria contro il Latina sia nel pari nel derby col Messina) fino all'ex Virtus Francavilla Federico Vazquez ora al Catanzaro (autore di una doppietta nel successo proprio contro la sua ex squadra).