Intervista TC

Giammarioli: "Gubbio organizzato, solido e tecnico. Braglia valore aggiunto"

31.03.2024 19:00 di Raffaella Bon   vedi letture
Stefano Giammarioli
TMW/TuttoC.com
Stefano Giammarioli
© foto di Lorenzo Marucci

Stefano Giammarioli, direttore sportivo ex Gubbio, è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com, analizzando proprio l'andamento degli eugubini per poi passare alla promozione in cadetteria del Cesena e al Mantova che ha invece in parte steccato il primo match point.

Gubbio anche questo anno ai playoff
"Risultato meritato esprimendo anche un buonissimo calcio".

Gubbio e programmazione vanno a braccetto.
"Credo che si siano create sinergia e compattezza importante tra Presidente -che oltre ad essere il primo tifoso ha dato stabilità a tutta la struttura,- il direttore Mignemi -che è stato bravissimo a mantenere equilibrio e sposare totalmente le idee del mister,- e lo stesso tecnico, che credo sia il valore aggiunto per esperienza, cultura del lavoro e conoscenza della categoria".

Cosa le è piaciuto di più della squadra eugubina?
"Mi piace molto quando imposta la partita con tante ripartenze, con giocatori in avanti che si trovano a meraviglia".

Se dovesse definirla con tre aggettivi?
"Organizzata, solida, tecnica".

Mister Braglia ha portato tutta la sua esperienza.
"Braglia è il valore aggiunto, conosco bene la città, i tifosi e la società. Lui riesce a creare attenzione a volte anche in maniera forte e lasciare collaboratori e squadra molto sereni, il professionista giusto per tutta la struttura".

Cesena in B. Per il Mantova invece festa rimandata.
"Il Cesena ha dominato il campionato: merito alla società che ha dato continuità al lavoro di mister Toscano e al lavoro del direttore che ha inserito alcune pedine importanti, poi la tifoseria ha fatto il resto. Il Mantova è vicina ad una promozione in B che ad inizio stagione pochissimi avevano pronosticato, ma l'ottimo lavoro del mister e una società molto equilibrata ha fatto il resto giocando un calcio per la categoria di alto livello".

Il suo presente e il suo futuro?
"Ho terminato alcuni progetti all'estero che mi permettono di allargare tantissime conoscenze e rapporti personali con un'attenzione particolare a molti giovani visionati. Credo che sia arrivato il momento di valutare nuovi progetti, perché poi la più grande soddisfazione dopo avere vinto alcuni campionati è avere la possibilità di vincere ancora".