INTERVISTA TC - Arzignano, Colombo: "Salvezza anche all'ultimo"

17.09.2019 10:50 di Raffaella Bon   Vedi letture
Alberto Colombo
Alberto Colombo

Tre punti nelle prime quattro gare, all'esordio in categoria, per la matricola Arzignano: al debutto un pari contro il Piacenza, poi un altro ad Imola, quindi quello contro il Gubbio e infine il ko in casa della Samb. Per fare il punto della situazione in casa gialloceleste e parlare dell'ambientamento in terza serie della sua squadra è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com mister Alberto Colombo.

Mister, come sta andando il campionato?
"Il campionato è partito sotto buoni auspici, andando a collezionare tre pareggi di fila. All'apertura contro una squadra che l'anno scorso ha sfiorato la B, ossia il Piacenza, poi contro una squadra che ha perso in semifinale, cioè l'Imolese. C'è stato rammarico per la prestazione col Gubbio e infine è arrivata la sconfitta domenica a San Benedetto. Sotto il profilo del possesso palla e delle azioni la Sambenedettese ha meritato qualcosa di più. C'è anche qui il rammarico perché una volta in vantaggio, abbiamo anche avuto l'occasione per raddoppiare ma non ci siamo riusciti. Diciamo che comunque, nonostante tutto, per noi è un inizio positivo di campionato".

Come vi siete ambientati alla nuova categoria da matricole?
"Ci stiamo calando piano piano nella parte. Per noi è un campionato pieno di insidie e di salite. Abbiamo tante compagini che lottano per posti ambiziosi in classifica. Il nostro obiettivo è quello della salvezza, anche all'ultima giornata e all'ultimo secondo. Sarà duro e impegnativo ma ci sono le premesse per fare qualcosa di importante, riferendoci al nostro obiettivo. I giocatori stanno cercando di capire ciò che io chiedo e altrettanto io sto cercando di conoscerli, di modo che si affini la complicità che porti a risultati sul campo".

Come valuta il vostro girone?
"E' impegnativo, con tante squadre ottime che punteranno all'unico posto disponibile per la Serie B diretta. E' di altissimo livello anche se non c'è un solo Monza nel nostro girone. Il Monza è una squadra eccezionale per la Serie C, ma nel nostro girone ce ne sono tantissime di ottimo livello. Sarà stimolante e complicato per noi".

Quali saranno gli ostacoli del prossimo impegno di campionato contro il Sudtirol?
"Il Sudtirol fa parte del lotto delle possibili pretendenti alla vittoria finale. Conosco la società per esserci stato: è modello sotto il profilo economico e delle strutture. Sono seri come pochi in categoria. Potrebbe essere un esempio per molti. Arrivano da una sconfitta pesante contro la Reggiana e avranno voglia di riscatto come noi. Sarà difficile. La partita è poi il preludio al turno infrasettimanale che ci vedrà impegnati a Trieste. La settimana poi si concluderà in casa contro la Reggiana. Sarà una settimana da brividi sotto il profilo degli avversari. Ma noi daremo il massimo per metterle in difficoltà".