INTERVISTA TC - Arzignano, Gnago: "Il gol promozione me lo porterò sempre dentro"

21.05.2022 14:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    vedi letture
INTERVISTA TC - Arzignano, Gnago: "Il gol promozione me lo porterò sempre dentro"

Una promozione meritata seppur arrivata con un po' di brivido finale quella dell'Arzignano, che parteciperà al prossimo torneo di Serie C. Tra i protagonisti senza dubbio c'è Yves Gnegnene Gnago, uno dei quattro attaccanti tutti andati in doppia cifra. Il calciatore ivoriano è intervenuto in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com:

Una bella soddisfazione la promozione in Serie C. Come l'hai vissuta? 
"È stato grandioso. Vincere un campionato all’ultima giornata, giocando fuori casa contro gli avversari diretti è davvero incredibile". 

Che campionato è stato quello dell'Arzignano?
"È stato un campionato difficile, tosto, molto intenso con un obiettivo importante da raggiungere. Vorrei ringraziare in primis il presidente, la società, lo staff, la mia famiglia soprattutto, i miei compagni, e tutti quelli che ci hanno dato una mano questo anno partendo dal magazziniere ai tifosi".

Nelle ultime giornate è mancata la vittoria che serviva, più stanchezza o avete incontrato avversari tosti? 
"Diciamo che c’è stato un po’ tutto. Dopo un bel girone d’andata, abbiamo avuto un periodo difficile con delle grandi assenze dovute ad infortuni gravi che siamo riusciti a sopperire grazie alla rosa che aveva la squadra. Dopo un po’ la stanchezza si è fatta sentire, non è stato facile in quel momento incontrare squadre alle quali  mancavano pochi  punti per raggiungere il loro obiettivo. Dobbiamo ammettere che abbiamo perso dei punti non solo per merito degli avversari ma anche per errori commessi da parte nostra". 

Tuo il gol che di fatto ha portato l'Arzignano in C, anche questa una bella soddisfazione.
"Ovviamente questo è un ricordo che rimarrà per sempre con me. Per un extracomunitario come me, iniziare dal campionato dilettante e riuscire ad essere promosso in C non è così semplice, quindi per me è una grandissima soddisfazione".

Che ambiente è quello di Arzignano e qual è stato il segreto della promozione?
"È un ambiente sereno, è una società che non ti fa mancare niente, e ti mette nella condizione di pensare solo al calcio. E questa è una grande fortuna perché società come questa non ce ne sono molte. Vincere non è mai facile,  prima di tutto c’è da lavorare sodo e credere in quello che si sta facendo. In questa stagione ho avuto il privilegio di far parte di una rosa di giocatori molto forti, ma soprattutto di belle persone e credo che questo sia stato fondamentale. Merito di chi ci ha scelto e ci ha permesso di giocare assieme".

Il tuo futuro? 
"È ancora presto per parlarne. Ho una poule scudetto da giocare dove devo dare tutto me stesso per chiudere al meglio questa stagione. Qua mi trovo molto bene ma non dipende tutto da me...".