INTERVISTA TC - Bagatti: "Spero e sono convinto che il Legnago si salverà"

30.04.2021 21:00 di Raffaella Bon   Vedi letture
INTERVISTA TC - Bagatti: "Spero e sono convinto che il Legnago si salverà"
TMW/TuttoC.com
© foto di Giovanni Padovani

E' stato l'allenatore della prima e storica promozione in Serie C del Legnago, un campionato cominciato bene e tante vicissitudini che hanno portato la società poi ad esonerare Massimo Bagatti. Lo stesso tecnico ha parlato ai microfoni di TuttoC.com del campionato della matricola veneta.

Cosa ha rappresentato la C per il Legnago?
"E' stata una grande soddisfazione, è stato il coronamento di un percorso importante insieme. Mi ha dato grande orgoglio e soddisfazione".

Che differenza ha trovato con la Serie D?
"Sicuramente quello che balza agli occhi è la differenza di ritmo e di intensità tra le due categoria, la differenza devo dire che è più fisica che tecnica".

Quando ha influito il Covid nel suo cammino?
"Noi dopo nove partite eravamo nei playoff, avevamo perso solo con il Perugia poi in quindici giorni ci siamo ritrovati con venti positivi al Covid. Chi ci è passato sa quello che vuol dire".

Il Legnago può salvarsi?
"Spero e sono convinto che il Legnago si possa salvare, è tornato a fare quello che faceva all'inizio. Avendo tutti a disposizione è una squadra che ha dimostrato sul campo di potersi salvare. Il Covid ha fatto perdere molti punti".

Per quanto riguarda le zone alte chi la spunterà alla fine per la B?
"Ora è tutto nelle mani del Perugia, negli undici è anche la squadra più forte del campionato e se non farà passi falsi vincerà il campionato".

Chi invece è candidata a retrocedere?
"Il mio augurio è quello di vedere salvo il Legnago mentre Arezzo, Ravenna e Fano sono le squadre candidate alla retrocessione visto il cammino in campionato ma nelle partite secche tutto può succedere".

Da toscano si attendeva un campionato deludente per tante formazioni toscane?
"Sicuramente non mi aspettavo il Livorno e l'Arezzo, poteva avere più problemi la Lucchese mentre pensavo che la Pistoiese potesse far meglio".