INTERVISTA TC - Danesi: "Carrarese-Renate? Punto sui gialloblù"

17.02.2020 11:50 di Raffaella Bon   Vedi letture
Andrea Danesi
© foto di Claudia Marrone
Andrea Danesi

In vista del big match di stasera tra Carrarese e Renate, quarta e seconda forza del Girone A, ai microfoni di TuttoC.com è intervenuto mister Andrea Danesi per sette mesi sulla panchina gialloblù nella stagione 2016/17: "La Carrarese, vedendo il risultato di Pontedera e Robur Siena, dovrà battere il Renate per avere una grande iniezione di fiducia. Al Renate comunque vanno fatti solo complimenti, sia per il mister sia per il direttore. Nelle file nerazzurre militano giocatori come Guglielmotti che mi impressionò per gamba ai tempi in cui lo prese Nelso Ricci".

La Carrarese ha un organico importante ma ultimamente ha delle difficoltà di rendimento. Si è dato una spiegazione?
"Avere fuori giocatori come Caccavallo e Bentivegna non è facile. La squadra ha perso punti con squadre di bassa classifica e di questo bisognerebbe chiedere al mister. Possono essere cali di concentrazione, come mancanza di applicazione tattica a causa dell'avversario che si ha di fronte".

Se riuscirà a invertire la tendenza potrà fare bene?
"Il Monza ha un enorme vantaggio sulle seconde, ma come abbiamo visto può perdere con la Juve U23 e lo stesso può succedere alla Carrarese. E una cosa di natura fisiologica. Se noi sappiamo che serve il massimo, però si dà il massimo perché è insito nella natura umana. E stasera per me la Carrarese uscirà vincente grazie alle motivazioni, all'applicazione e alla tensione agonistica ai massimi livelli. Non credo che il Renate uscirà con una vittoria".

Cambiando argomento. A Livorno è arrivato Ferrari della Pistoiese: come si vive il passaggio dalla Serie C alla cadetteria?
"Io lo seguivo già in Serie D al Montecatini e già lì aveva dimostrato di avere qualità importanti. E' bravo a reggere la palla e ha un discreto senso del gol. E' un buon acquisto".