INTERVISTA TC - DS Entella: "Sul mercato solo eventuali innesti mirati"

25.12.2021 20:00 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - DS Entella: "Sul mercato solo eventuali innesti mirati"
TMW/TuttoC.com

Intervenuto in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com, Matteo Superbi, direttore sportivo della Virtus Entella, ha fatto il punto sul 2021 della squadra di Chiavari: 

"La prima parte dell'anno è stata negativa, di grande sofferenza, con un campionato finito in malo modo. Non ce l'aspettavamo, avevamo allestito una squadra che pensavamo potesse fare un altro torneo. La Serie B è molto difficile. Abbiamo comunque azzerato, ripartendo con un progetto tecnico nuovo, con un allenatore che è stato il nostro capitano, cresciuto da tecnico con noi. Cambiando molto anche la squadra. Un anno zero che logicamente all'inizio ha comportato qualche difficoltà di adattamento alla categoria e formazione del gruppo. Siamo cresciuti di settimana in settimana, non ci siamo disuniti e in questa ultima parte del 2021 abbiamo raccolto quanto iniziato a costruire a luglio. Nelle ultime dieci partite abbiamo dimostrato di essere una squadra di alto livello, che può ambire alle parti alte della classifica. Avendo recuperato anche alcuni giocatori infortunati, è aumentata la qualità e il tecnico ora ha disposizione l'intera rosa, compresi Silvestri e Morra, quest'ultimo in via di guarigione. A dimostrazione del bel lavoro fatto dallo staff in questi mesi".

In quest'ottica, Morosini è tornato al gol.
"L'allenatore è stato bravo a mentalizzarlo, così come lo stesso Capello, che aveva vissuto un anno in sordina. Morosini fa la differenza in B e ancora di più in C. È inserito nel progetto, sente la fiducia dell'allenatore e della società, sta facendo ottime cose".

Parliamo della scommessa Merkaj.
"Sì, io ci ho sempre creduto. Seguiamo come sempre molti giocatori in Serie D. In lui ho rivisto un po' quello che avevo visto in Diaw. È arrivato con grande umiltà, cresci di settimana in settimana. Se continua così può togliersi grandi soddisfazioni".

Che mercato sarà?
"Il primo obiettivo era recuperare i giocatori, per me sono come nuovi innesti essendo stati fuori diversi mesi. Il gruppo ha finito in crescendo, non abbiamo grosse problematiche, non faremo tante operazioni, anzi saranno molto poche. Non vogliamo fare confusione. Vedremo se chi ha giocato di meno avrà richieste per trovare continuità. Non sarà certo una rivoluzione, faremo eventualmente solo innesti mirati per dare continuità al progetto".