INTERVISTA TC - Ds Gozzano: "Monza a porte chiuse? Lo accetteremmo"

26.02.2020 18:40 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
INTERVISTA TC - Ds Gozzano: "Monza a porte chiuse? Lo accetteremmo"

Il Piemonte, insieme a Lombardia e Veneto, sta vivendo un momento delicatissimo a causa dell'emergenza Coronavirus. Un problema che si riflette anche sul calcio, attualmente non giocato, e sugli allenamenti di tutti i giorni. TuttoC.com ha intervistato in esclusiva il direttore sportivo del Gozzano, Alex Casella, per capirne di più.

Manifestazioni sportive vietate, feste annullate, scuole chiuse. Come riuscite a rimanere concentrati?
"Non è affatto semplice. La Regione ha fatto bene a sospendere tutte le attività, perché il rischio di contagio è alto. Però bloccare tutto è difficile, non puoi sospendere tutte le attività se sei un club professionistico. Per questo stiamo rispettando l’ordinanza regionale, cercando di seguire tutte le avvertenze e rispettando i vari divieti".

E gli allenamenti?
"L'attività all'aperto è possibile, è consigliabile evitare le docce in comune. Per questo utilizziamo più spogliatoi rispetto al solito, in modo che i giocatori possano cambiarsi ad una certa distanza l'uno dall'altro. Abbiamo anche chiuso l'accesso agli spalti, ci alleniamo a porte chiuse. La situazione resta comunque tranquilla, stiamo semplicemente mettendo in campo tutte le misure necessarie per evitare il più possibile la trasmissione di virus e batteri tra i nostri tesserati".

Prima o poi toccherà tornare in campo e recuperare le partite perse.
"Dover giocare tante gare insieme significherà avere un maggior rischio di infortuni, un maggior turn over, una gestione ancora più attenta di ogni situazione".

Eppure lo stop può servirvi ad amalgamarvi meglio.
"Già. Questa settimana senza partite permette a mister Soda di lavororare senza l'assillo del match della domenica, integrando al meglio tutta la rosa. E considerando il mercato invernale importante e il fatto che il tecnico è subentrato, questa pausa non è stata negativa". 

Meglio le porte chiuse o rinviare ancora?
"Non si può rinviare all'infinito anche se giocare senza pubblico non è il massimo. Ma l'incolumità delle persone è la priorità assoluta, quindi se ci toccherà giocare a porte chiuse lo faremo senza problemi, consci che ogni scelta effettuata dagli organi preposti sarà la migliore. Certo, dispiace che tra una settimana avremo il Monza in casa. E sicuramente avremmo fatto il tutto esaurito. Però aspettiamo e vedremo cosa succederà".