INTERVISTA TC - Ds Gubbio: "Rinvio scelta giusta. Mercato? Nessuna rivoluzione"

31.12.2021 21:00 di Sebastian Donzella Twitter:    vedi letture
INTERVISTA TC - Ds Gubbio: "Rinvio scelta giusta. Mercato? Nessuna rivoluzione"
© foto di Uff. Stampa Sicula Leonzio

Un girone d'andata da favola, condito da un inizio di ritorno spettacolare. Il Gubbio, grande sorpresa del Girone B di Serie C, si gode un Capodanno in piena zona playoff. TuttoC.com ha voluto analizzare il momento eugubino con il direttore sportivo dei rossoblù, Davide Mignemi

Chiudete l'anno a quota 29, al settimo posto. Mica male...
"Siamo abbastanza soddisfatti del lavoro fatto in questa prima parte di stagione. In estate abbiamo stravolto la rosa, con l'idea di un percorso a medio-lungo termine. Per questo abbiamo fatto tanti contatti biennali, l'idea è che il lavoro continui su questa falsariga anche nella prossima stagione. Certo, non era facile ottenere questo risultato con una squadra completamente nuova. Dico bravi allo staff e ai ragazzi".

Tra le prime 6 della classe, solamente il Modena, all'ultimo respiro, è riuscito a battervi.
"Vuol dire che questo Gubbio ha un ottimo collettivo, di qualità, che ha voglia di giocarsela con tutte. Nel complesso il bilancio di questo girone d'andata è positivo ma non vuol dire nulla perché i conti si fanno a fine campionato. Del resto il girone di ritorno sarà completamente diverso, ogni punto conterà di più, ogni squadra si attrezzerà al meglio".

Bicchiere mezzo pieno per i punti ottenuti con le big o mezzo vuoto per i punti persi con le altre?
"Sicuramente mezzo pieno: all'inizio non era facile prospettare una classifica del genere con tutti i cambiamenti estivi. Forse avremmo potuto fare di più con le squadre maggiormente alla nostra portata ma siamo contenti dei 29 punti messi in cascina. Ora dovremo cercare di continuare questo trend perché nel giro di pochi punti c'è mezzo girone. Dovremo essere bravi nel conservare una posizione adeguata".

Difficile continuare a parlare di semplice salvezza con una classifica così...
"Cerchiamo di lavorare di partita in partita, non guardiamo a obiettivi a lungo termine. Anche se ovviamente la quota 40 ci interessa e non poco: è il primo traguardo da raggiungere al più presto. Prima la salvezza, solo dopo si potrà pensare a un eventuale playoff".

Capitolo mercato. Dopo il gran lavoro estivo, come vi muoverete?
"Siamo consci di avere una buona rosa. Cercherò di non stravolgere l'organico, anzi. Se ci sarà l'opportunità di migliorare la squadra lo faremo, sono al lavoro per questo. Prenderemo un giocatore in mezzo al campo perché numericamente in mediana abbiamo una carenza. In uscita cercheremo di accontentare chi non ha trovato lo spazio necessario come Migliorelli. E' arrivata anche qualche richiesta d'informazioni per i nostri giovani ma cercheremo di fargli concludere la stagione con noi".

Intanto la Lega ha disposto il rinvio della prossima giornata: non si tornerà in campo il 9 gennaio.
"Scelta saggia in virtù della condizioni di incertezza e del periodo particolarmente delicato dovuto dalla pandemia: la maggior parte delle squadre ha dovuto fare i conti con i propri tesserati contagiati, giusto rinviare".

Chiusura sul personale: la scelta di Gubbio è stata positiva.
"Le cose stanno andando nel verso giusto. Sapevo che all'inizio ci sarebbe stata qualche difficoltà ma tutto è andato come previsto, grazie all'aiuto della società con in primis il presidente Notari, a mister Torrente col quale avevo avuto un rapporto precedente alla Sicula Leonzio, a un gruppo di giocatori che si sta esprimendo al meglio e che fino adesso ci ha regalato belle soddisfazioni. Sono giovane ed ho voglia di migliorarmi giorno dopo giorno".