INTERVISTA TC - Fautario: "Trovare soluzioni per preservare club di C"

02.04.2020 14:00 di Raffaella Bon   Vedi letture
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
INTERVISTA TC - Fautario: "Trovare soluzioni per preservare club di C"

Simone Fautario, ex calciatore tra le altre di Como, Pistoiese, Modena, Pisa e Fano, poi collaboratore del settore giovanile dell'Inter, è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com per un commento sul particolare momento che sta vivendo l'Italia in generale e il calcio in particolare: 

Stando in casa vengono in mente mille ricordi. 
"Capita a volte ultimamente la sera, quando i miei tre bimbi dormono, di riguardare qualche video di quando giocavo. Rivedo compagni, allenatori, magazzinieri e sorrido. Sono sempre stato uno che faceva tante foto durante l'anno, ora molti miei ex compagni che una volta mi insultavano scherzosamente, ora mi chiedono se ho quel video piuttosto che quella foto. I ricordi più belli sono quelli sicuramente delle vittorie, nello specifico quando ho vinto il campionato a Como e Pisa. Rivedere quelle immagini mi fa ricordare tutta la fatica e lavoro che c'è stato per arrivare al traguardo". 

Hai parlato con i tuoi colleghi di questo coronavirus?
"Mi sono sentito con qualche mio ex compagno e si abbiamo parlato, cercando però di parlare anche di come stessero vivendo la quarantena, o ricordando qualche aneddoto del passato". 

Quali squadre ti hanno impressionato di più in questa stagione di Serie C?
"Sono due le squadre che mi hanno colpito, Monopoli e Renate. Entrambe allenate ottimamente, con organici composti da buoni giocatori e molti giovani. Forse su tutte il Monopoli che è nel girone del sud con molte squadre blasonate".

E quale giocatore invece?
"Domenico Germinale. Negli ultimi anni è sempre stato decisivo ovunque abbia giocato, si è ripreso alla grande dopo l'infortunio che ha subito al ginocchio e lo ha costretto a ripartire. Credo che sia uno di quei giocatori che tutti gli allenatori vorrebbero. Lotta,corre, e segna goal pesanti, è un trascinatore". 

Molte squadre in C rischiano di scomparire.
"Ho vissuto gli ultimi anni della Lega Pro. Negli ultimi anni credo che la situazione sia migliorata, spiace pensare che molti club possano non esistere più, io sulla mia pelle ho vissuto un paio di annate dove le cose non sono andate per il verso giusto e mi hanno fatto ragionare diversamente. Mi auguro che si possano trovare soluzioni, perchè bisogna ricordare che ci sono tante persone che fanno questo di lavoro, oltre ai giocatori stessi anche tante persone degli staff tecnici e della società".