INTERVISTA TC - Gaburro: "Padova solido, ma dico Alessandria"

15.06.2021 18:00 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - Gaburro: "Padova solido, ma dico Alessandria"
TMW/TuttoC.com

Marco Gaburro, ex allenatore del Lecco, in questa stagione al Gravina in Serie D, è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com per parlare della finale di ritorno dei playoff tra Alessandria e Padova: "È davvero difficile fare un pronostico perché si tratta di due squadre complete e lo 0 a 0 dell'andata altro non fa che aumentare l'equilibrio. L'Alessandria ha il vantaggio di giocare in casa ma non credo sarà una gara ricca di gol. Sarà il classico: chi segna vince". 

Cosa ha in più il Padova?
"Il Padova è diventato davvero solido. Ha un allenatore esperto che sa quanto conti non prendere gol in queste sfide. E poi hanno la malizia giusta per gestire i risultati, vedi il secondo tempo ad Avellino". 

E l'Alessandria?
"Seppur non praticando un calcio spumeggiante, mi convince di più in fase di costruzione. Bisogna capire quanto caldo e tensione incideranno, senza contare che giocare contro il Padova è molto più difficile che con altre squadre di C, perché è una squadra fisica. All'andata si è vista una gara di livello ma al ritorno è diverso: il tempo per rimediare agli errori è sempre meno e non mi stupirei di vedere un match più nervoso". 

Chi vede favorita?
"Non c'è una favorita. Dico Alessandria 55%, ma a patto che mantenga inviolata la propria porta e non termini ai rigori". 

Che ne pensa delle tre squadre già promosse?
"Il Como ha fatto un capolavoro. Il girone era tosto, lo hanno dimostrato Alessandria e Albinoleffe in semifinale. Arrivare davanti a una corazzata come quella di Longo nonostante la rimonta davvero è stata un'impresa. I piemontesi si devono mangiare le mani per il rendimento iniziale ma possono ancora rimediare. Il Perugia è stata una macchina quasi perfetta, anche se sia Padova che Suedtirol hanno visto nel finale il traguardo. Onore agli umbri che hanno tenuto un passo irresistibile negli ultimi due mesi e di fatto non hanno sbagliato nulla. La Ternana ha davvero fatto un campionato a sè e sono curioso di vedere quel gruppo all'opera anche in B".