INTERVISTA TC - Mignemi: "Nel Girone C Bari su tutte. Teramo outsider"

05.11.2020 22:00 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
INTERVISTA TC - Mignemi: "Nel Girone C Bari su tutte. Teramo outsider"
TMW/TuttoC.com
© foto di Uff. Stampa Sicula Leonzio

La Sicula Leonzio è stata una delle favole più belle del Girone C degli ultimi anni. Purtroppo però anche questa si è conclusa con la mancata iscrizione del club. Ma tra gli artefici dei bei risultati dei bianconeri c'è stato sicuramente Davide Mignemi, che ha costruito sempre squadre competitive anche nei quattro anni di professionismo. Il direttore sportivo è intervenuto in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com

È giusto continuare questa stagione o si può definire un campionato falsato?
"È un parolone dire che è falsata ma un po’ compromessa lo è. Non hai la possibilità di allenarti tutti insieme, in tanti vanno in isolamento e non sai quando potranno tornare. Difficile per un allenatore gestire queste situazioni ed è sanguinario a livello economico per le società che non possono nemmeno attingere agli incassi societari. Situazione tragica purtroppo.

Un giudizio sui tre gironi?
"Nel Girone C c’è un nome, Bari. È la squadra da battere anche se Avellino e Ternana hanno ottimi organici e con allenatori navigati per la categoria. Poi ci sono le outsider, in questo caso il Teramo. Son convinto che il Catania possa fare bene mentre Catanzaro e Palermo finora sono state deludenti. Ma c’è tempo per riprendersi. Il Girone B è molto ostico. Squadre come Padova, Perugia e Triestina devono cercare di essere le protagoniste di questo campionato. Poi capire chi diventerà la regina non è semplice, penso anche al Sudtirol. Il Girone A forse a livello qualitativo è meno competitivo. Non c’è una corazzata come il Monza e quindi c’è spazio per diverse sorprese con tante squadre interessanti". 

Torniamo un momento sulla triste vicenda della Sicula: una salvezza sofferta, poi la rocambolesca mancata iscrizione.
"Ci sono state vicende extra calcio che hanno coinvolto la proprietà e non abbiamo potuto farci niente. A me resta il lavoro svolto, con una società portata dall’Eccellenza alla Lega Pro con tre campionati nei professionisti, senza retrocessioni. Siamo stati una bella favola, peccato per la fine dolorosa". 

Quale vede come possibile sorpresa tra le neopromosse, che magari possa ripercorrere le stagioni migliori della Leonzio? 
"Come neopromossa la Turris sta facendo veramente bene. Una bella realtà che si sta mostrando come rivelazione". 

Il futuro di Mignemi?
"Sono in attesa di una chiamata. In estate c’è stato qualche pour parler che non si è concretizzato. Intanto studio e mi aggiorno. Collaboro con qualche collega di categoria più illustre cercando di affinare la mia tecnica. Spero che arrivi la chiamata giusta dopo il lavoro di questi ultimi anni".