INTERVISTA TC - Padalino: "Esonero Novellino? Ecco cosa ne penso"

18.10.2021 21:00 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - Padalino: "Esonero Novellino? Ecco cosa ne penso"
TMW/TuttoC.com
© foto di Carlo Giacomazza/CGP Photo Agency

Pasquale Padalino, tecnico di grande esperienza in Lega Pro, a TuttoC.com ha commentato la situazione della Juve Stabia, suo ex club.

Novellino esonerato dalla Juve Stabia.
"Avevo letto di questa possibilità, nonostante i risultati non fossero malissimo. Non rispettavano secondo me le aspettative della società che ritiene la squadra più forte rispetto a quella dell'anno scorso. E con un allenatore che ha fatto la Serie A, si aspettava qualcosa di più. Anche i tifosi, che erano rimasti colpiti dall'ingaggio di una figura come quella di Novellino, si aspettavano un andamento diverso. Non solo per le partite non vinte e per i pareggi consecutivi, mi è sembrato di capire che non ci fosse grande soddisfazione per il gioco messo in campo. Questo nonostante la squadra sia composta da giocatori esperti e di categoria". 

Quindi cos'è successo?
"Non ho rapporti con la piazza se non per qualche telefonata amichevole, non so cos'è successo nel dettaglio. Immagino che sia una delusione di risultati e forse, letto tra le righe, c'entra la gestione dei giovani. Potrebbe essere mancata un po' di comunicazione, ma i tre pareggi consecutivi in casa senza far gol e la sconfitta contro Catania e Picerno che venivano da situazioni difficili, hanno fatto riflettere la società che ha preso questa decisione. Resta comunque una scelta inaspettata, anche perché Novellino sembrava che sostenesse che questa squadra giocava bene, era forte e dava soddisfazioni, attribuendo alla preparazione fisica e al Covid qualche ritardo, forse non dicendo proprio tutto".

Rispetto alla scorsa stagione, cos'è cambiato?
"Sono rimasti otto giocatori dell'anno scorso, in avanti Marotta è stato sostiuito da Eusepi come livello. Il nostro sistema di gioco e la nostra interpretazione è stata molto diversa da quella di Novellino anche se quest'ultimo non ha giocato sempre con lo stesso modulo. Qualcuno, a tal proposito, gli ha imputato il cambiamento continuo, anche dopo le sconfitte. Io vedo nel complesso una squadra forte, di categoria, e mi parlano anche bene degli under. Anche io nel girone di ritorno li ho utilizzati, dopo che la squadra venne in parte rivoluzionata a gennaio".

Al posto di Novellino, nel turno infrasettimanale andrà in panchina il suo secondo Imbimbo.
"Credo che al momento sia la scelta più giusta. Domani si torna in campo, un allenatore in due giorni cosa fa? Che rifinitura vuoi fare se non hai nemmeno fatto del lavoro settimanale? Avresti solo consegnato le maglie. Mi è sembrata una scelta giusta, quella societaria, di non prendere subito un altro allenatore. E non credo che si siano mossi prima, anche se da tempo si parlava di un possibile esonero".

Di fronte ci sarà il Monopoli.
"Una squadra quadrata, arcigna, che si chiude bene e trova gli spazi che gli avversari le concedono. Però non vivono un periodo d'oro: ha vinto solo una partita fra le ultime cinque. Credo regnerà la paura, non credo che Imbimbo possa trasformare la squadra in un giorno. Farà affidamento su quei calciatori che gli danno più certezze adl punto di vista psicologico. Ma si farà fatica a vedere un match spumeggiante, considerando che si tratta anche di un match infrasettimanale".