INTERVISTA TC - Pagni: "Fare il presidente in Lega Pro è eroico"

02.01.2020 07:30 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Danilo Pagni
Danilo Pagni

Danilo Pagni, direttore sportivo che ha prestato la sua opera in terza serie alla Viterbese e alla Ternana, da non dimenticare nel suo lungo curriculum le sue esperienze al Milan e Chievo Verona. E' intervenuto ai microfoni di Tuttoc.com, parlando della sua situazione attuale non sottraendosi a trattare un bilancio generale sul campionato di serie C.

Dopo le esperienze di Terni e Viterbo adesso è senza squadra, in questo periodo ci sono state trattative con alcuni club?

"Proprio in questi giorni ho avuto colloqui con una squadra, attendo una risposta riguardo ad un progetto decisamente stimolante. Il mio obiettivo e andare dove esiste una progettualità e degli obiettivi, non faccio differenze a livello di categoria visto che ho lavorato in tutte e tre le principali del calcio italiano. Per mia fortuna ho potuto lavorare con imprenditori del calibro di Lotito e Camilli, Barba, Longarini e Gambardella.  Tutte esperienze che mi hanno formato, attendo nei prossimi giorni per vedere se qualcosa si muoverà".

Analizziamo il campionato di terza serie, partendo dal girone C

"La Reggina sta viaggiando come un frecciarossa, sta facendo qualcosa di importante tenendo ritmi altissimi. Ha un pubblico incredibile, senza dimenticare la proprietà che non bada a spese. Il Bari ha pagato l'handicap del cattivo inizio accumulando il distacco che li separa dai calabresi anche se adesso hanno preso un ritmo rilevante, mi attendo da parte loro movimenti rilevanti in sede di calciomercato. Faccio i complimenti al Monopoli, mentre la Vibonese dell'amico Luciano Modica è una realtà interessante, praticando un calcio davvero scintillante".

Fa rumore la situazione del Catania, cosa si sente di dire sugli etnei?

"Difficile da parte mia fare valutazioni da fuori, mi sento di dire soltanto che a mio avviso il Catania deve pensare soltanto a vincere il campionato dei bilanci".

Analizzando gli altri gironi emerge Monza e Vicenza Virtus favorite per la vittoria del campionato

"Nel girone A senza nulla togliere al progetto ambizioso del club brianzolo, come giustamente ha detto qualche tempo fa Camilli non ci sono avversari per i biancorossi, destinati quindi a vincere il campionato senza soffrire troppo. Il girone B invece vede molte squadre in lizza, il Padova aveva iniziato molto bene, poi ha attraversato un momento di difficoltà mentre al contrario la Feralpisalò, con l'arrivo di Sottili sembra abbia trovato la propria quadratura, penso che anche in questa stagione l'obiettivo dei gardesani sia quello della promozione".

Inizia la sessione invernale di calciomercato, cosa ci dobbiamo attendere?

"Secondo me ci saranno alcune formazioni che faranno investimenti importanti per ridurre il gap che li divide dalle prime in classifica, il riferimento è naturalmente al Bari, mi attendo molti movimenti dei pugliesi, che cercheranno di sfruttare questa finestra di mercato per aumentare la qualità della propria rosa. In linea di massima a mio avviso sarà una sessione movimentata, anche le formazioni in lotta per la salvezza si muoveranno".

L'ultimo turno del 2019 non si è disputato in seguito allo sciopero proclamato dalla Lega Pro, ha condiviso questa decisione?

"Sono completamente d'accordo, c'è bisogno di segnali forti perchè a mio avviso fare i presidenti in Lega Pro è un atto eroico. Ci sono costi insostenibili a fronte di pochi ricavi. Ci vuole rispetto nei confronti di coloro che impegnano importanti somme per portare avanti le società in questo campionato, oltre a questo si deve allontanare coloro che hanno valori distanti da quelli di investire nel mondo del calcio e vogliono portare aventi propri interessi".