INTERVISTA TC - Roselli: "Usciremo più forti e uniti da questa situazione"

30.11.2020 18:00 di Raffaella Bon   Vedi letture
INTERVISTA TC - Roselli: "Usciremo più forti e uniti da questa situazione"
TMW/TuttoC.com
© foto di Andrea Rosito

Giorgio Roselli, ex allenatore tra le altre di Alessandria e Sambenedettese, è stato raggiunto dai microfoni di TuttoC.com per commentare l'attuale momento del calcio italiano in serie C.

Quanto il Covid danneggia questo momento già particolare del calcio?

"Tenuto conto che il calcio in generale ed in particolare la serie C era già in un momento di evidente difficoltà, questa pandemia le ha sicuramente accentuate. Però, vedo che tutti, dalle istituzioni alle società agli addetti ai lavori stanno cercando di tenere botta ed io penso che come al solito dalle difficoltà ne usciremo più forti e uniti, sono convinto che anche questa volta sarà così."

Come vivono gli allenatori questi momenti?

"Tolte le eccezioni non credo che gli allenatori possono avere problemi particolari. Anzi è proprio bello cercare soluzioni alternative per stimolare i ragazzi e fargli vedere che si possono ottenere ottimi risultati anche e soprattutto per i tanti problemi del momento."

Molto spesso si preferisce cambiare allenatore subito e affidarsi precednetemente ad allenatori giovani.

"È vero che spesso gli allenatori più esperti vengono chiamati in corso d’opera, ma anche questo è abbastanza normale visto che quando poi durante il campionato le cose si mettono male e si deve ottenere il risultato a tutti i costi, si cerca di prendere persone che quel risultato l’hanno già raggiunto altre volte, e che riescono a cucire il vestito adatto alla squadra nel minor tempo possibile."

Cosa pensa dell'avvio di campionato di Sambendettese e Alessandria?

"La Samb è un’ottima squadra era ben allenata prima con Montero e lo è ora anche con Zironelli. In questo momento è un po’ indietro in classifica ma ha tutte le potenzialità per arrivare nei primi posti. L Alessandria è una delle favorite del girone A. Ha allenatore e giocatori di altissimo profilo per la categoria, mi sorprende un po’ il fatto che non abbia ancora trovato quella continuità di rendimento che serve per primeggiare."