INTERVISTA TC - San Donato, Rossi: "Non ho mollato, anche se è stata dura"

06.10.2022 19:00 di Redazione TC Twitter:    vedi letture
INTERVISTA TC - San Donato, Rossi: "Non ho mollato, anche se è stata dura"
TMW/TuttoC.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

L'ufficialità nella giornata di ieri dove è arrivato anche l'esordio con la maglia del San Donato Tavarnelle per Matteo Rossi, il portiere ex AlbinoLeffe ha parlato ai microfoni di TuttoC.com dopo la prima uscita con il suo nuovo club. "È accaduto tutto lunedì. Alle 11 di mattina mi è arrivata la chiamata dal mio procuratore. Ho preparato subito la valigia, le scarpe e i guanti e sono partito. Nel pomeriggio ho svolto subito le visite mediche e ho fatto il mio primo allenamento".

Come sei stato in questi mesi senza calcio?
"In questi mesi senza calcio è stata molto dura. Spesso ho pensato che questa stagione e la mia carriera potessero essere in salita, però ho continuato a allenarmi e non ho mai mollato per farmi trovare pronto per l’occasione che poteva capitarmi ed è arrivata".

Ci sono state diverse occasioni in estate?
"Ho avuto contatti con diverse squadre questa estate ma per un motivo o per l’altro non sono riuscito a chiudere le trattative. Fa parte del calcio, bisogna cogliere l’occasione ideale nel momento giusto e non sempre accade".

Sei subito sceso in campo risultando uno dei migliori.
"Ho disputato un grandissimo primo tempo nella partita di Coppa appena giocata non solo per le parate ma anche per la costruzione dal basso su cui ho dedicato molto lavoro questa estate, sono solo dispiaciuto per il cartellino rosso. Sono, però, felice che tutto il lavoro svolto dietro le quinte , l’impegno e la dedizione che ci ho messo mi abbiano permesso di fare un esordio sorprendente".

Cosa ti ha detto il mister al tuo arrivo?
"Il mister mi ha trasmesso la serenità giusta ma soprattutto la fiducia di mettermi in campo solo 2 giorni dopo avermi visto in allenamento. Mi ha fatto molto piacere".

Sul dualismo con Cardelli?
"Avere un compagno di reparto con più esperienza è sempre un vantaggio per crescere a livello calcistico e umano. La competitività aumenta l’attenzione e la qualità degli allenamenti, è un fattore positivo per me".

Dove può arrivare questo San Donato?
"Conosco la squadra da pochi giorni quindi mi è difficile fare previsioni, però ho trovato una squadra organizzata che può giocarsela con tutti e fare un campionato importante".