INTERVISTA TC - Sasà Bruno: "Giana in difficoltà, servirà intervenire"

18.11.2020 21:00 di Raffaella Bon   Vedi letture
INTERVISTA TC - Sasà Bruno: "Giana in difficoltà, servirà intervenire"
TMW/TuttoC.com
© foto di Francesco Inzitari/ILoveGiana

L'attaccante Salvatore Bruno, dopo centinaia di presenze in Serie C, è ripartito dall'Agazzanese, in Eccellenza. L'esperto bomber è intervenuto in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com: 

I campionato dilettantistici si sono fermati causa Covid, come state vivendo questo momento?
"Personalmente sono fermo, non c'è molto da dire. Il professionismo sta andando avanti e per gli appassionati anche solo avere la possibilità di guardare le partite è un bene. Per le categorie inferiori c'è un po' di amaro in bocca. Ci dovrebbe essere un occhio di riguardo, ci sono giovani che vogliono emergere, altri con famiglie. Io ormai ho una certa età, anche se dovessi smettere adesso non sarebbe un problema. Ma ci sono tanti giovani che vogliono mettersi in mostra". 

Torniamo al tuo passato, la Giana ha rimediato una sonora sconfitta a Vercelli nel recupero.
"Sì, un risultato per me inaspettato. Conosco lo spirito Giana e quando arriva da una serie di sconfitte, difficilmente poi si perdeva di nuovo. Addirittura oggi hanno incassato quattro gol, c'è qualcosa che non va". 

Cosa è cambiato e cosa sta succedendo?
"È stata una ripartenza un po' anomala, si aspettava il ripescaggio e non so se si deve ancora riprendere. Si poteva far qualcosa prima, visto che conosciamo Bamonte, un gran presidente. Ci tiene alla squadra e mette sempre mano al portafoglio. Forse prevenire non sarebbe stato male, magari prendere qualche giocatore di categoria in più. Però conosciamo il presidente, a gennaio sicuramente farà qualcosa. Giustamente si guarda però al presente e in questo momento vedo una situazione abbastanza difficile". 

Quanto sta incidendo il Covid sul campionato?
"Incide molto perché non tutti possono permettersi di avere venti giocatori tutti allo stesso livello. Quando il Covid magari colpisce quattro o cinque titolari di una squadra, vedi la Giana come altre, dopo diventa dura rimpiazzare con giocatori validi. Senza sminuire nessuno, ma è così. Incide in Serie A, figuriamoci in C". 

La prossima gara della Giana?
"Vanno a Lucca, anche i rossoneri sono a caccia di punti e identità, con un recente cambio in panchina. È una partita importante, va affrontata con grande intelligenza, senza farsi prendere dall'ansia di dover vincere a tutti i costi". 

Il Modena invece sta andando bene.
"Sta facendo bene e potrebbe fare di più. È attrezzata per i vertici della classifica. Il Girone B, rispetto l'A, c'è maggior competizione, è più difficile. Ci sono corazzate come Padova, Perugia, Feralpi, Sudtirol e tante altre. A gennaio in questo torneo mi aspetto qualche colpo di mercato, ci sarà una grande lotta".