INTERVISTA TC - Spadoni: "Bari, tanti soldi investiti ma manca un progetto"

20.04.2021 11:00 di Raffaella Bon   Vedi letture
INTERVISTA TC - Spadoni: "Bari, tanti soldi investiti ma manca un progetto"
TMW/TuttoC.com
© foto di TuttoSalernitana.com

L'ex direttore sportivo della Sambenedettese, Giulio Spadoni, è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com per commentare la situazione in casa rossoblù e fare il punto sul campionato che si appresta a chiudere la stagione regolare.

Cosa ne pensi della situazione della Sambenedettese?
" Serafino si era presentato con progetto tecnico e investimenti importanti anche per le strutture di allenamento e lo stadio. Ben presto si è trovato in difficoltà economica e questo fa pensare al fatto che sarebbe stato meglio prevedere un budget molto contenuto in una stagione a porte chiuse e con difficoltà a reperire risorse"

Giusta la decisione di accogliere il concordato preventivo presentato da Serafino?
"Concedere la possibilità del concordato, credo sia stato un atto dovuto. Ma il tribunale ha messo molti paletti da rispettare in tempi stretti. Credo che se Serafino non li segua alla lettera, iniziando dai 25 mila euro da versare entro sabato, il tribunale possa dichiarare il fallimento dando la possibilità di procedere all'asta per salvare il titolo sportivo"

Nonostante tutto, la squadra sta dando tutto in campo
"La squadra e lo staff stanno facendo grandi cose che potevano essere in preventivo in una situazione normale, ma assumono i toni dell'impresa allo stato attuale"

C'è il rischio che riescano anche a qualificarsi ai playoff
"L'aspetto sportivo va rispettato, credo sia giusto che la squadra faccia i playoff che comunque sono da conquistare perché si dovrà fare i conti con la penalizzazione in arrivo di 5/6 punti"

In Serie C stiamo vedendo due belle sorprese come Grosseto e Matelica
"Meritano un grande plauso, neopromosse con gestioni oculate sognano anche i playoff, al momento ipotesi concreta per il Matelica"

Cosa sta succedendo alla Toscana?
"Capitano cicli non positivi in alcune regioni. Anche se essendoci tante realtà alcune stanno facendo benissimo. In C farei un plauso alla saggezza del Pontedera e al Grosseto, mentre le nobili decadute Livorno Lucchese e Pistoiese rischiano la retrocessione, come purtroppo l'Arezzo nel girone B. La Carrarese penso si salvi"

La Ternana è già promossa, cosa accadrà negli altri due gironi?
"La Ternana ha annullato la lotta al primato nel girone C senza discussione malgrado la presenza di grandi piazze, nel girone B bellissima lotta a 3 con il Padova che non è riuscita a capitalizzare il vantaggio che ha sempre avuto e il Perugia ora lanciatissimo nel sognare di nuovo la B e il derby con la Ternana. Nel girone A il testa a testa Como Alessandria andrà al filo di lana"

A Bari la situazione è sempre più complicata
"Non si può rimproverare nulla alla proprietà che ha fatto in questi due anni investimenti grandissimi per la categoria. Forse si è ricorso un po' troppo ai nomi e poco a creare un progetto di categoria. Va detto che vincere per forza in una piazza con forti aspettative non è facile. Speriamo De Laurentiis non si stanchi"