INTERVISTA TC - Teramo, Lombardo: "Palermo favorito per andare in B"

28.05.2022 12:30 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - Teramo, Lombardo: "Palermo favorito per andare in B"
© foto di Uff. Stampa Reggiana

Arrivato a Teramo a fine ottobre, Mattia Lombardo si è ritagliato uno spazio importante con la maglia biancorossa. Il centrocampista ha parlato ai microfoni di TuttoC.com della sua esperienza in Abruzzo e non solo.

Tra le tue ex squadre c'è il Pontedera. Che stagione è stata per i toscani e come vedi il futuro del club?
"Il Pontedera è sempre stata una società molto organizzata e professionale. Io ho avuto la possibilità di giocare lì nei miei primi anni di carriera tra i grandi e ho avuto modo di toccare con mano la loro organizzazione e professionalità. È una piazza che ti permette di crescere e lavorare, di esprimere al meglio le potenzialità, sia che tu sia un giovane alle prime armi sia che tu sia un allenatore o un giocatore più esperto. La stagione attuale è stata in linea con le aspettative di inizio anno e penso che siano rimasti soddisfatti. Sul cambio societario faccio fatica a dare una mia opinione perché non conosco i nuovi soci"

La Lucchese ha disputato un ottimo campionato ma si parla di una cessione del club
"Credo che rimarrà la stessa società, anche perché vengono da un campionato straordinario e una bellissima partita nei play off, dove avrebbero meritato di passare il turno. L'attuale proprietà ha gettato le basi per costruire qualcosa di positivo e importante. L'anno prossimo sarà una bella sfida mantenere lo stesso livello o addirittura alzare l'asticella, però io sono fiducioso perché hanno dimostrato di sapersi ricompattare dopo la retrocessione, hanno scelto un allenatore bravo e che ha idee moderne. Il gruppo è forte, sia dal punto di vista tecnico-tattico che morale e questo fa la differenza nel calcio. A Lucca si sta costruendo qualcosa di serio".

Chi vedi favorito per i play off?
"In questo momento, per entusiasmo e qualità di gioco, vedo il Palermo favorito. Forse un po' a sorpresa rispetto all'inizio degli spareggi, perché la Reggiana sembrava nettamente più forte di tutte le altre. Però per quello che ha fatto vedere, il Palermo ora è favorito e ha il forte vantaggio di avere un grande pubblico dietro, che può rappresentare davvero l'arma in più. Inoltre c'è Baldini che ha dimostrato di essere un grande allenatore".

Che stagione è stata per te a Teramo?
"Sono rimasto molto soddisfatto della mia esperienza e delle persone che ho incontrato. Nelle difficoltà si è creato un gruppo solido e forte, se fossimo partiti dall'inizio con queste qualità tecniche e umane ci saremmo potuti togliere belle soddisfazioni. Sicuramente è un buon punto di inizio se si dovesse proseguire anche il prossimo anno. Con Guidi sono cresciuto e ho appreso molti concetti nuovi e ritrovato altre idee che avevo appreso da Giampaolo a Cremona. Il tecnico ha davvero grandi qualità, sa tirare fuori il massimo delle potenzialità dai giocatori e ti fa stare bene, chiedendoti sempre il massimo. Mi piacerebbe continuare a lavorare con lui".