INTERVISTA TC - Viali: "Carpi e Reggiana le sorprese del girone B"

03.12.2019 19:30 di Raffaella Bon   Vedi letture
INTERVISTA TC - Viali: "Carpi e Reggiana le sorprese del girone B"

Fermo ai box dopo la stagione a Novara, conclusa con l'eliminazione ai playoff per mano dell'Arezzo dovuta soltanto al peggior piazzamento in classifica nella stagione regolare, William Viali è stato intercettato dai microfoni di TuttoC.Com per parlare dell'attuale Girone B: "Vicenza e Carpi sono le due che stanno macinando più punti ma in quel girone ci sono squadre di altissimo livello come Sudtirol, Padova, Reggiana, che stanno facendo bene anche se hanno avuto alcuni momenti di difficoltà nel corso di questa prima parte della stagione. Il Padova è partito meglio, poi nell'ultimo periodo tra scontri diretti e partite sfortunate ha lasciato qualche punto in giro. Il Carpi è la sorpresa perché questa estate non sembrava volesse partire con grande ambizioni ed invece sta facendo un gran campionato. Visti dal vivo non mi sorprende perché giocano un calcio ottimo".

La Feralpisalò ha cambiato passo con Sottili
"Da quando è subentrato ha fatto cose importanti, ha accorciato la classifica e riportato la squadra dove doveva stare fin dall'inizio".

Il Sudtirol sta facendo bene anche quest'anno
"Non è una sorpresa, conosco l'ambiente perché ho lavorato lì e sapevo che stavano programmando un salto di qualità. La scelta di Vecchi conferma le ambizioni della società, la squadra è molto competitiva e ha ricambi". 

La Reggiana ha stupito tutti
"Anche loro sono una sorpresa positiva, si stavano preparando per un campionato di Serie D e hanno costruito subito una squadra competitiva. Alvini ha messo su una macchina molto bella da vedere."

Il Piacenza sta stentando un po' in questa fase
"Manca qualche risultato ma la squadra è buona. Forse hanno pagato la mancata promozione dello scorso anno, si sono giocati il jolly proprio all'ultima giornata e poi hanno perso la finale playoff. Sicuramente queste due cose hanno condizionato un po'l'umore per ripartire ma è una squadra esperta che potrà giocarsi le sue carte".

Tra le note positive c'è anche la Virtus Verona
"Al di là della gestione presidente-allenatore, è una squadra che è stata costruita senza fare follie eppure si trova lì nei piani alti in un girone difficilissimo".