INTERVISTA TC - Viola: "Contento per Reggiana. Diana ha grande personalità"

23.01.2022 14:00 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - Viola: "Contento per Reggiana. Diana ha grande personalità"
TMW/TuttoC.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Jacopo Viola, portiere attualmente svincolato dopo le esperienze tra le altre con Robur Siena e Gozzano, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com per commentare l'ultima sua avventura calcistica negli Stati Uniti: "L'esperienza all'estero è stata molto formativa, mi ha aperto veramente ad avere una visione delle cose da prospettive differenti e mi ha fatto capire quanto importante sia provare esperienze diverse, per non avere una visione limitata alle credenze legate a un solo luogo, sia calcistiche che non".

A questo punto cosa vedi nel tuo futuro?
"Nel mio futuro ora vedo tante possibilità, sicuramente continuo a perseguire i miei obiettivi calcistici perché credo molto ancora nel lavoro che ho fatto e nelle mie capacità, nonostante la mia non semplice situazione. Vedremo cosa succederà, senz'altro non mi pongo limiti".

Come hai vissuto la pandemia?
"Il Covid l'ho vissuto come tutti purtroppo, ho passato anche diverso tempo in quarantena e devo dire che è frustrante. Ma una volta che si capiscono le regole, ci si vaccina e si usa il buon senso, per me finisce lì, altrimenti è un argomento che alimenta soltanto pensieri negativi fine a sé stessi. Bisogna adattarsi e andare avanti, è un argomento troppo abusato".

Come vedi il calcio in Italia?
"Lo vedo allo stesso modo di sempre, dove da un lato ci sono passione dei tifosi e cultura, dall'altro un sistema che scricchiola sempre di più, per vari fattori".

Punti sulla tua ex squadra, la Reggiana o sul Modena?
"La Reggiana la sto seguendo, devo dire che sono molto contento per la piazza per come sta andando. Spero continuino cosi. Sicuramente il girone B è complicato, e vedo un testa a testa interessante col Modena che andrà avanti fino alla fine del campionato, difficile dire chi la spunterà ad oggi".

Cosa ha portato mister Diana ai granata?
"Mister Diana lo conosco bene in quanto ho avuto il piacere di essere stato allenato da lui quando ero al Melfi, purtroppo quell'anno era arrivato tardi in una situazione già molto compromessa e complicata e non siamo riusciti a salvarci. Però ci aveva portato uno scossone emotivo, con una grande personalità e capacità di gestione, che sono sicuro saranno le stesse qualità che ha portato a Reggio Emilia, assieme a una grande preparazione generale".

Un altro tuo ex club, il Siena, è già al terzo allenatore...
"Per quanto riguarda Siena, spero riescano a centrare quantomeno i playoff. E' una piazza che merita altre categorie, sicuramente il terzo allenatore cambiato è indice di un periodo di grande difficoltà... però è anche vero che siamo a gennaio, e che si è ancora in tempo per migliorare il ruolino di marcia per ambire a posizioni piu prestigiose".