Intervista TC

Pres. Giugliano: "Molto soddisfatto, siamo in linea con i programmi"

23.02.2024 16:30 di Raffaella Bon   vedi letture
Pres. Giugliano: "Molto soddisfatto, siamo in linea con i programmi"
TMW/TuttoC.com

Il presidente onorario del Giugliano, Alfonso Mazzamauro, è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com per parlare del momento in casa gialloblù: "Sono molto soddisfatto per la mia famiglia i nostri sacrifici, per mio figlio Renato vicepresidente del club che fa un grande lavoro coordinando le varie figure professionali della società. C'è anche un po' di rammarico in realtà perché avremmo potuto avere qualche punto in più. La nostra intenzione era quella di alzare l'asticella rispetto alla scorsa stagione. Il Girone C quest'anno è ancora più difficile, in questo momento abbiamo 39 punti, +5 rispetto all'ultimo campionato, direi che siamo più che in linea". 

Come mai la stagione non è iniziata nel migliore dei modi?
"L'inizio non è stato consono alla valore reale della rosa. Avevamo deciso di proseguire un progetto iniziato la scorsa stagione, ma qualcosa è andato storto sotto alcuni punti di vista. Io sono sempre stato molto tranquillo, sicuro che ci saremmo risollevati. Ho sempre creduto fortemente nel lavoro fatto dal nostro Direttore Sportivo Antonio Amodio, molto bravo, un grande professionista. In quel momento il nostro essere famiglia ci ha aiutato molto, ne siamo venuti fuori, piano piano, con il lavoro e oggi eccoci qui".

Con il cambio di allenatore il Giugliano ha cambiato marcia?
"La scelta di affidare la guida tecnica a Bertotto è stata una decisone ponderata. Ci siamo presi il nostro tempo. Grande merito va dato al Direttore Sportivo Amodio, che ha fatto una scelta non semplice, non banale e ha creduto nella professionalità e nelle idee del mister. Era sicuro che l'allenatore avrebbe portato ciò di cui noi avevamo bisogno, ed è andata così. Parlai poi personalmente con Bertotto e mi fece un'ottima impressione a livello umano, eccoci qui oggi. Dispiace perché per quello che abbiamo dimostrato avremmo potuto raccogliere qualcosa in più, il calcio però è fatto di avversari, di eventi, siamo soddisfatti. Guardiamo al futuro con ottimismo". 

Qual è l'obiettivo di questo Giugliano?
"Quest'anno il Girone C è davvero complesso e difficile, ricco di piazze storiche, blasonate e livellato verso l'alto. Noi siamo riconosciuti come una società seria, forte e questo ci rende orgogliosi. Dichiarai a inizio anno che avrei voluto chiudere il campionato con almeno un punto in più della scorsa stagione, questo ci avrebbe garantito l'accesso ai playoff. Adesso come proiezione siamo in linea con le aspettative, siamo all'interno della griglia per gli spareggi promozione e lotteremo per restarci.  Centrare i playoff, sarebbe un traguardo importante, che darebbe merito al lavoro di tutti, e che sarebbe storico per la città di Giugliano". 

Il Giugliano è un piccolo laboratorio di talenti?
"Per considerarci tali, significa che abbiano delle basi solide e ci tengo a fare un plauso a tutte le persone che lavorano per questo club. A livello di giovani poi, lavoriamo con attenzione, abbiamo un buon settore giovanile alle spalle, un lavoro di Scouting, il tutto coordinato dal nostro Direttore Sportivo che ha un grande occhio, sa chi prendere ed è consapevole di dare un materiale molto valido da valorizzare allo staff tecnico". 

Si aspettava qualcosa in più dalla città?
"Certamente ci saremmo aspettati qualcosa in più a livello di pubblico. Noi come proprietà abbiamo investito tanto sulla città, sullo stadio per poter tornare a giocare al De Cristofaro. Da quando siamo arrivati a Giugliano abbiamo fatto un percorso netto, ricco di successi e di vittorie. Questa squadra, questi ragazzi stanno dando grandi soddisfazioni, giocano un bel calcio, lottano per qualcosa di importante. Non vedo perché il pubblico, in massa, non debba starci vicino. Io ringrazio gli abbonati, chi ci sostiene in casa e in trasferta, ma una città come Giugliano può e deve dare di più, lo dico proprio per la città stessa. Possono esserci tanti motivi di questi tempi per non essere presenti allo stadio, ma io credo che in questo momento storico per Giugliano ce ne sono altrettanti di motivi per essere presenti. Chi ama la maglia e la città deve venire allo stadio. 
Ci auguriamo con il proseguo del campionato di avere sempre più tifosi al nostro fianco". 

Qual è il suo augurio e il suo auspicio per il finale di stagione?
"Guardiamo al futuro con grande ottimismo. Ce lo meritiamo per i sacrifici economici che la proprietà sta facendo con costanza, per il lavoro di tutti: dai dirigenti, allo staff ai ragazzi che ci mettono tanto impegno. Ci tengo a ringraziare anche gli sponsor, parte fondamentale per noi e chiunque quest'anno, anche se in piccola parte, ha dato una mano alla nostra causa".