1^ Divisione, il Benevento supera l'Atletico nel big match della giornata

Con due reti nel primo tempo, i sanniti piegano i capitolini e si avvicinano al secondo posto.
23.01.2011 19:15 di Antonio Corbo  articolo letto 1830 volte
© foto di Tommaso Sabino
1^ Divisione,  il Benevento supera l'Atletico nel big match della giornata

Va al Benevento di Galderisi l'attesissimo confronto tra le dirette inseguitrici della capolista Nocerina. La gara, che non tradisce le aspettative, si decide nel primo tempo quando i padroni di casa si dimostrano cinici e capitalizzano al massimo le due più ghiotte palle gol che riescono a creare.
Il match: mister Galderisi conferma quasi interamente l'undici titolare che ha pareggiato a Nocera nel posticipo serale della ventesima di campionato. L'unica novità è il rientro di Evacuo che prende il posto di Bueno. E dunque: in porta c'è Aldegani, la difesa a quattro è composta da Formiconi, Signorini, Landaida e Zito. La diga di metà campo è formata da Grauso e Bianco con La Camera e Pintori sulle ali  e pronti ad innescare le punte Clemente ed Evacuo. Speculare lo schieramento dei capitolini. Mister Incocciati, che in extremis deve rinunciare al bomber del campionato Ciofani, manda in porta Ambrosi, i quattro di difesa sono Mazzarani, Galuppo, Pelagias e Angeletti. Baronio e Miglietta vanno a presidiare la zona centrale del campo e alle spalle dell'unica punta, Chiaretti, agiscono Caputo, Esposito e Franchini.
Dopo i primi minuti di studio, la formazione capitolina prova a prendere le redini del gioco e si rende subito pericolosa. Siamo al 7' e l'ex cagliaritano Esposito sfrutta un clamoroso buco difensivo di Zito e si presenta a tu per tu con Aldegani: il suo destro, da posizione defilata, è respinto in corner dal portiere giallorosso. Sul calcio d'angolo seguente, uno schema libera al tiro Baronio ma il destro dell'ex laziale è centrale e Aldegani può respingere di pugno. Il Benevento a questo punto prova a reagire e subito fa malissimo alla difesa dei romani. Siamo al 12' e i sanniti vanno a calciare con Pintori il loro primo corner della partita: la traiettoria è lunga e trova Clemente sul secondo palo; il capitano giallorosso è bravo a tenere in campo il pallone e serve, sulla destra, l'accorrente Formiconi che effettua un traversone sul quale è bravo Pintori ad intervenire di prima intenzione, battendo con un gran destro, l'estremo difensore degli ospiti. L'Atletico non si scompone e torna a costruire gioco. Ne viene fuori un match piacevole, con continui capovolgimenti di fronte. Entrambe le formazioni, però, si fermano sul più bello e non riescono a rendersi seriamente pericolse. L'unico brivido, i padroni di casa lo corrono alla mezzora quando Baronio indirizza di poco fuori un calcio di punizione dal limite. La sensazione è che il gol possa comunque arrivare da un momento all'altro ed è ancora una volta il Benevento a pescare il jolly. Siamo al 35' e sull'ennesimo contropiede dei padroni di casa Pintori, dalla sinistra, trova Clemente libero in area di rigore: il capitano giallorosso, scattato sul filo del fuorigioco, calcia con il piatto di prima intenzione e non lascia scampo ad Ambrosi che è nuovamente battuto. E' l'episodio che, di fatto, decide il match.
Al rientro in campo per il secondo tempo, il Benevento si presenta in campo con Vacca che rileva l'acciaccato Bianco. Gli ospiti provano a velocizzare la propria azione ma la difesa giallorossa, dove spicca ancora una volta la prestazione di un superbo Signorini, non sembra mai andare in difficoltà.
E' proprio la formazione giallorossa, anzi, a sfiorare la marcatura. Siamo al 51': Pintori e Clemente lanciano un contropiede fulmineo sulla sinistra, l'esterno sardo serve il capitano giallorosso che, solo davanti ad Ambrosi, calcia di destro a botta sicura ma trova la prodigiosa respinta del pipelet capitolino. Gli uomini di Incocciati, non si danno per vinti,  cercano di mantenere alta la pressione ma si rendono pericolosi soltanto con un destro di Angeletti dai trenta metri sul quale è bravo ad intervenire in tuffo Aldegani e con un calcio di punizione dal limite di Caputo (al 72') che bacia la traversa e si perde sul fondo. Il match continua ad essere combattuto e teso e fioccano le ammonizioni.  Il finale di gara vede entrambe le formazioni sfiorare il gol: prima è Franchini in mischia a trovare l'opposizione del portiere sannita, poi è Bueno (subentrato ad Evacuo) a trovarsi a tu per tu con Ambrosi ma calcia debolmente e la difesa ospite può cosi evitare la terza marcatura. In realtà i padroni di casa il gol lo trovano pure ma sul colpo di testa vincente di D'Anna (83'), il guardalinee sbandiera un dubbio fuorigioco.  Sono gli ultimi sussulti di una gara che consente al Benevento di avvicinarsi in classifica all'Atletico di Incocciati ma non alla capolista Nocerina. I molossi vincono nuovamente in trasferta e possono così approfittare pienamente del regalo dei cugini sanniti. Gli uomini di Auteri, portano a otto i punti di vantaggio sulla prima inseguitrice, la squadra capitolina, e allungano ulteriormente nella corsa per la promozione diretta. La sfida del Vigorito, dunque, sembra quasi un gustoso aperitivo di quanto accadrà, con tutta probabilità, negli spareggi playoff della post-season.

Benevento - Atletico Roma: 2 - 0

Marcatori: 12' Pintori, 35' Clemente

Benevento (4-2-3-1): Aldegani; Formiconi, Signorini, Landaida, Zito: Bianco (46’ Vacca), Grauso; La Camera (59’ D’Anna), Clemente (69’ Bueno), Pintori; Evacuo. A disp.: Corradino, Pedrelli, Palermo, Pacciardi. All: Galderisi

Atletico Roma (4-2-3-1): Ambrosi; Mazzarani (65’ Tombesi), Galuppo, Pelagias, Angeletti; Miglietta, Baronio; Esposito (56’ Romondini), Caputo, Franchini; Chiaretti (73’ Babù). A disp: Paoletti, Farina, Chiappara, Battista. All: Incocciati

Arbitro: Tidona di Torino

Ammoniti: Bianco, La Camera, Vacca, Mazzarani, Baronio, D’Anna
 

Note: giornata fredda; prima del fischio d'inizio, minuto di silenzio per la scomparsa della madre di Siniscalchi, difensore del Benevento