Assessori regionali scrivono alla FIGC: "No a retrocessione Gozzano"

06.06.2020 17:30 di Giacomo Principato   Vedi letture
Assessori regionali scrivono alla FIGC: "No a retrocessione Gozzano"

La situazione attuale dell'A.C.Gozzano è stata presa in considerazione anche a livello politico-regionale. Gli Assessori Regionali Matteo Marnati e Fabrizio Ricca hanno inviato alla FIGC la lettera che viene riportata di seguito integralmente.

"Apprendiamo da fonti giornalistiche che la FIGC avrebbe preso in considerazione l’ipotesi di retrocedere a tavolino il Gozzano Calcio dalla Serie C, in cui milita, nella serie inferiore. Sempre da fonti giornalistiche trapela che la decisione di procedere con questa modalità in vista della riapertura delle competizioni calcistiche, è appesa a una decisione che sarà adottata dall’esecutivo entro lunedì senza che sia noto il criterio col quale si vorrà eventualmente procedere.
Hanno manifestato sconcerto rispetto a questa ipotesi, sia il sindaco di Gozzano, Gianluca Godio, sia il direttore sportivo della gozzanese Alex Casella i quali auspicano il regolare svolgimento della competizioni al fine di determinare la classifica finale sulla base del merito, ovvero disputando le partite.
L’eventuale retrocessione con questa modalità appare lesiva del principio di leale competizione che è (ma forse non per tutti) alla base di qualsiasi agone sportivo. Da questa incertezza generale emerge l’ipotesi dell’eventuale calendarizzazione di «playout» da disputarsi tra il 24 e il 27 di giugno, ovvero tra appena 18 giorni.
Oltre alla beffa dal punto di vista sportiva, la retrocessione tout-court della squadra novarese provocherebbe alla comunità sportiva di Gozzano, ingenti danni economici e di immagine. In questo panorama appare non trascurabile lo sfregio nei confronti del Comune, dell’intera provincia e perfino nei confronti della Regione Piemonte, la quale il 23 novembre 2018, con il provvedimento n. 16-7910 aveva approvato un intervento di adeguamento del campo sportivo comunale investendo 300.000 euro di soldi pubblici.
Tenuto conto dei tempi estremamente compressi a decorrere da oggi in vista della decisione sul destino del Cusano, invitiamo la Federazione a escludere l’ipotesi di una retrocessione a tavolino che come detto, viola il principio dell’etica sportiva con conseguenze perfino economiche in un momento già complicato dalla pandemia da Coronavirus.
Auspichiamo pertanto che verrà adottato un criterio per la determinazione della classifica finale, basato esclusivamente sul merito.

Assessore Regionale Matteo Marnati
Assessore Regionale Fabrizio Ricca"