Criscitiello: "Palermo? In caso di reati andava fermato all'inizio o 3 anni fa"

20.05.2019 16:00 di Claudia Marrone Twitter:    Vedi letture
Criscitiello: "Palermo? In caso di reati andava fermato all'inizio o 3 anni fa"

Nell'editoriale su tuttomercatoweb.com, il direttore Michele Criscitiello ha parlato, tra le altre, della situazione del Palermo, che coinvolge sia la Serie B che la Serie C:

"Come saprete, da anni, non siamo mai stati teneri con il Palermo. Zamparini è la rovina del Palermo, i palermitani meritano un altro Presidente, Foschi è un grande e con il suo intervento pieno di amore a Sportitalia ci ha anche commosso (ad averne gente così, con passione e non mercenaria). Sarebbe stato meglio fallire e ripartire dalla D. Però quello che hanno fatto al Palermo è grave e preoccupante. Perché non puoi decidere a tavolino una retrocessione in serie C due giorni dopo la fine del campionato e non puoi negare i play off ad una squadra che li aveva meritati sul campo. Un campionato falsato che andava fermato prima. Se il Palermo ha commesso dei reati andava fermato ad inizio anno oppure tre anni fa. Il Palermo doveva pagare ma non così con una ingiustizia ad orologeria che fa paura. Parlo e scrivo anche contro i miei interessi. Il Palermo in B lo vedi sul computer su Dazn, in serie C lo vedi su Sportitalia. Palermo, Bari, Avellino, Catania (forse), Foggia sono grande piazze per la tv ma noi parliamo sempre per amore della verità. Quella che è stata fatta ai siciliani è una vigliaccata che non meritava di esistere e ancora più allucinante la cancellazione dei play out. Non esiste".