Di Cintio: "Che fine faran procedimenti Tar su base Decreto Giorgetti?"

09.01.2019 15:50 di Valeria Debbia Twitter:   articolo letto 899 volte
Cesare Di Cintio
© foto di Federico De Luca
Cesare Di Cintio

Cesare Di Cintio, esperto di diritto sportivo, che cura in questo periodo gli interessi della Pro Vercelli, è intervenuto sul suo profilo Facebook per porre un quesito importante riguardante la scadenza del Decreto Giorgetti e l'entrata in vigore della legge di Bilancio 2019, invitando il legislatore a dare una risposta chiara: "La legge di Bilancio 2019 sancisce la giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo in materia di contenziosi inerenti le iscrizioni delle società ai campionati professionistici. È esattamente ciò che prevedeva il Decreto Giorgetti prima che quest’ultimo scadesse senza essere convertito in legge. Si pongono così degli oggettivi nodi processuali da sciogliere.

Oggi, infatti, coloro che si sono rivolti alla giustizia amministrativa in forza del Decreto Giorgetti, come devono procedere? Nella sostanza è venuta meno la base giuridica che aveva “portato” al Tar i contenziosi sportivi. La stessa base giuridica è poi “riemersa” con la legge di Bilancio 2019, che dà la possibilità di rivolgersi ai giudici amministrativi anche per quanto riguarda i procedimenti pendenti. Ma come? È necessario fare un nuovo ricorso? E che fine fa il primo procedimento presentato dinanzi al Tar sulla base del Decreto Giorgetti?

Domande che a mio parere necessitano di risposte da parte del legislatore che, purtroppo, nel tentativo di riordinare la materia si è “dimenticato” di introdurre una disciplina transitoria che chiarisse in modo definitivo come trattare le cause già pendenti dinnanzi al Tar Lazio
".

La legge di Bilancio 2019 sancisce la giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo in materia di contenziosi...

Pubblicato da Avv. Cesare Di Cintio su Mercoledì 9 gennaio 2019