Ghirelli: "C a 20 squadre e 40 semi-pro? Forse ne parleremo ad aprile"

30.03.2020 23:30 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Ghirelli: "C a 20 squadre e 40 semi-pro? Forse ne parleremo ad aprile"

Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, su Rai Sport ha commentato le ultime novità sulla Serie C: "Vogliamo buttar fuori con un calcio nel sedere questo virus. I dottori? Li chiamiamo eroi e gli diciamo grazie. Bisogna dir loro anche scusa, perché fino a qualche mese fa si tagliavano i posti di lavoro, si chiudevano gli ospedali. 

Sulla Serie C d'elite proposta dal presidente della FIGC: "Credo che Gabriele Gravina faccia bene a spingere per le riforme. Noi adesso stiamo lavorando per mettere in galleggiamento le società di Serie C che rischiano in maniera drammatica: se l'azienda del patron va in crisi, quest'ultimo pensa prima all'azienda che al club. Noi siamo concentrati su due questioni: la prima è il tamponare la crisi, con lo spostamento di tasse e contributi e la ricerca di fondi; la seconda è essere attenti all'umore delle persone che oggi soffrono".

A tal proposito, Ghirelli ricorda uno dei momenti più tristi di questi giorni: "Sono in contatto continuo con Cesare Fogliazza della Pergolettese. È morto suo nipote, ex presidente del club. Una di queste mattine, mentre stavamo parlando e mi raccontava di questo dramma, si è fermato, non parlava più. Ha ripreso e mi ha detto che era appena morto il medico sociale. Un dramma dietro l'altro. Per ora dobbiamo fermarci".

Sul futuro: "Il 3 aprile facciamo assemblea, poi verso il 20 ci concentriamo sulla crisi e farò un'altra assemblea. Se ci sarà un clima adatto per discutere di riforme lo faremo, se non ci saranno continueremo a pensare alla salute. E ne discuteremo dopo. C'è tempo e tempo. Non voglio spostare la testa dei miei presidenti su una questione che dovrà essere affrontata ma non adesso, con i presidenti preoccupati per le loro aziende, le loro società, la loro vita".