I numeri del weekend: ingrana la Lucchese, Monopoli flop dal dischetto

12.01.2021 14:00 di Lorenzo Carini Twitter:    Vedi letture
I numeri del weekend: ingrana la Lucchese, Monopoli flop dal dischetto
TMW/TuttoC.com
© foto di Luca Maggiani/TuttoLegaPro.com

Torna la rubrica "I numeri del weekend", attraverso la quale analizziamo quanto accaduto nell'ultima tornata di gare in Serie C attraverso i numeri.

1 - Una partita sospesa e rinviata per nebbia: sarà successo al Nord, visto il periodo dell'anno? Macché, il tutto è accaduto in Calabria, a Catanzaro, dove il direttore di gara si è visto costretto a rimandare a casa la formazione giallorossa e la Viterbese pochi minuti dopo l'inizio della ripresa per scarsa visibilità. L'ultimo stop al "Ceravolo"? Quindici anni fa, in Serie B, contro il Verona.

2 - I calci di rigore falliti dal Monopoli. La trasferta di Terni sarebbe potuta andare in modo decisamente diverso per il "Gabbiano"... se solo non avesse fallito per ben due volte l'appuntamento dagli undici metri: prima Starita e poi Giorno non sono riusciti a vincere il duello personale con Iannarili.

3 - Aumenta il numero di giocatori a quota 10 gol stagionali: a Bortolussi e Cianci, nel weekend si è aggiunto Manconi dell'Albinoleffe grazie ai due centri realizzati in casa del Pontedera. Un "bomber" per girone, dunque, in attesa di altri sette calciatori attualmente fermi a nove (Galuppini, Infantino, Ganz, Guccione, Falletti, Partipilo, Curcio).

4 - I risultati utili di fila della Lucchese. Piccoli passi ma significativi verso la salvezza per la formazione toscana, che domenica non è andata oltre il 2-2 con il Lecco dando continuità alle ultime uscite: rossoneri pur sempre ultimi in classifica nel Girone A, ma anche sempre più vicini alle dirette rivali per il mantenimento della categoria.

5 - Le vittorie consecutive del Modena. Una perla di Sodinha (tanto per cambiare!) regala la quinta affermazione nelle ultime cinque uscite alla selezione canarina, sempre più capolista del Girone B: dalle retrovie le inseguitrici non mollano, ma la sensazione attuale è che per fermare la truppa di Mignani serva un'impresa.

6 - I mesi d'imbattibilità per la Ternana. Prosegue la marcia trionfale verso la Serie B per le "Fere", vittoriose sotto il diluvio contro il Monopoli e sempre più vicine all'approdo in cadetteria: diciassette gare di campionato con tredici vittorie e quattro pareggi, numeri da record per una squadra che non perde (Coppa Italia esclusa) dal 22 giugno scorso. Centonovantanove (199!) giorni and counting...

7 - La striscia positiva del Foggia: allo "Zaccheria", nel posticipo di ieri, i rossoneri di Marchionni hanno avuto più di qualche difficoltà contro la Juve Stabia ma sono riusciti ad impattare sull'1-1 nei minuti finali. Per i pugliesi è stato il settimo risultato utile consecutivo: i Playoff sembrano al sicuro, il sogno (difficile da realizzare) è ora accorciare sul secondo posto occupato dal Bari.

8 - Le sconfitte interne della Cavese: ormai è diventata una consuetudine assistere ai ko casalinghi della compagine di Cava de' Tirreni, fermata nell'anticipo del sabato dal Palermo (0-1). In nove apparizioni tra le mura amiche, la squadra campana ha racimolato appena un punto: nell'intera Serie C nessuno ha fatto peggio.

9 - Erano stati nove i ko del Monopoli nell'intera stagione 2019/20: il "Gabbiano" ha raggiunto questa quota nel torneo 2020/21 nella trasferta di Terni, i momenti migliori sembrano ormai passati e per i biancoverdi di Scienza sembra prospettarsi un'annata più orientata all'obiettivo salvezza che a quello dei Playoff.

10 - Le sconfitte consecutive dell'Imolese. La squadra romagnola non sa più fare punti ed è sempre più in basso in classifica (penultima a +2 sull'Arezzo): la battuta d'arresto di domenica contro il Gubbio non ha fatto altro che aumentare le probabilità di una seconda parte di stagione da spendere a rincorrere l'obiettivo salvezza. Serve un'immediata inversione di tendenza, visto che l'ultima vittoria risale addirittura al 18 ottobre.