L'Almanacco del giorno - News, trattative e retroscena dell'8/6

09.06.2021 00:00 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Ivan Javorcic
TMW/TuttoC.com
Ivan Javorcic
© foto di Image Sport

La Pro Patria ha comunicato che l’allenatore Ivan Javorcic non rinnoverà il suo contratto con il club bustocco: dopo più di 4 anni si conclude così la storia tra i biancoblù e il tecnico croato. Per lui pronta una nuova esperienza sulla panchina del Südtirol. Sempre a proposito di panchine non ci sarà un secondo atto tra la Vibonese e mister Giorgio Roselli. L'allenatore, subentrato in corsa per rilanciare il club rossoblu e guidarlo verso la salvezza, ha scelto di comune accordo con la società di non prolungare la propria permanenza in Calabria: il contratto in scadenza al 30 giugno non verrà dunque rinnovato. Infine niente Juve Stabia per Silvio Baldini, il quale ha deciso di prendersi un periodo di pausa: "Non so quanto potrà durare, ma mi ha spinto a rinunciare così alla possibilità di poter fare un'esperienza in una città bella come Castellammare di Stabia. Auguro alla Juve Stabia ogni bene possibile e farò il tifo per loro, con la speranza che i progetti societari possano essere tutti raggiunti”.

Vigilia ad alta tensione tra Avellino e Padova. Ai microfoni di TuttoC.com è arrivata l'amarezza del ds Salvatore Di Somma che ha sottolineato: "A Padova discriminazione territoriale, nessuno ha sentito nulla?". Il club biancoscudato ha poi emesso una nota ufficiale per stigmatizzare le parole di Di Somma che sui social network si sarebbe rivolto con toni offensivi nei confronti del tecnico biancoscudato Andrea Mandorlini: "La Società biancoscudata in questi giorni si è spesa affinché la semifinale playoff si svolgesse in un clima il più possibile disteso e di collaborazione. Le parole del sig. Di Somma, al contrario, potrebbero esacerbare gli animi e preparare il terreno per un incontro di calcio che con il fair play rischia di avere poco a che fare". A sua volta l'Avellino ha risposto con un ulteriore nota: "Con riferimento al comunicato ufficiale della società Calcio Padova, la quale ha manifestato sdegno per un commento su facebook del direttore Salvatore Di Somma ritenuto offensivo nei confronti del tecnico dei patavini Andrea Mandorlini, l’Us Avellino 1912 precisa quanto segue. Il direttore ha commentato, utilizzando un termine forte, sotto un articolo che riportava le dichiarazioni di Mandorlini in conferenza stampa. Tale commento è scaturito da alcune affermazioni di quest’ultimo con le quali, secondo il direttore, etichettava l’ambiente Avellinese e, nello specifico, tale virgolettato riportato dal sito padovagoal. “Sono andato con l’Ascoli e con l’Inter ad Avellino, ne ho passate di tutte i colori su quel campo. Avellino fa di questo atteggiamento una forza. C’è chi deve tutelare entrambe le squadre”. L’Us Avellino ci tiene a stemperare le tensioni di questa vigilia invitando però tutti, sia dall’una che dall’altra parte, a distendere il clima. Gli episodi offensivi vanno sempre condannati, ecco perché ci si meraviglia della tempestività del club biancoscudato nel redigere un comunicato per difendere il proprio allenatore al fronte di un totale silenzio rispetto a cori di discriminazione territoriale, aggressioni ed offese nei confronti dei dirigenti, dei calciatori e dei tifosi biancoverdi presenti all’Euganeo. Episodi, tra l’altro, rimasti impuniti. Certi di avere un atteggiamento corretto e sportivo prima, durante e dopo la partita, come è sempre avvenuto ad Avellino, confidiamo che domani a parlare sia soltanto il campo e che si viva una meravigliosa giornata all’insegna del sano agonismo e nel rispetto dei valori dello sport".