Serie C, il punto della 22^ giornata. Reggina vince all'ultimo respiro

19.01.2020 23:55 di Matteo Ferri   Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Serie C, il punto della 22^ giornata. Reggina vince all'ultimo respiro

In attesa del posticipo del lunedì tra Piacenza e Triestina, va in archivio la terza giornata di ritorno della Serie C. Un turno segnato dalla parziale frenata del Monza, unica tra le tre capilista a non centrare il bottino pieno. Il pari dei brianzoli contro il Como, però, non viene sfruttato dal Pontedera, incapace di andare oltre l'uno a uno in casa del fanalino di coda Olbia e sempre a -10 dai biancorossi. Rosicchiano punti rispetto alla vetta, pur restando a distanza ragguardevole, sia il Renate (1-0 all'Alessandria, costato la panchina a mister Scazzola) sia la Carrarese, che vince il derby toscano contro la Robur Siena e lascia a 32 sia i bianconeri di Dal Canto che il Novara, battuto a Lecco in una gara segnata dal blackout dell'impianto elettrico dello stadio 'Rigamonti-Ceppi'. In ottica playoff, successi importanti per Albinoleffe (all'inglese contro la Pro Vercelli), Juventus U23 (col minimo scarto contro l'Arezzo) e Pro Patria, che sbanca il campo della Pergolettese e infligge il primo k.o. a mister Albertini. In coda, primo successo esterno della Giana Erminio, contro la Pianese e pareggio interno per il Gozzano contro la Pistoiese, un punto che non evita l'esonero al tecnico Sassarini.

Nel girone B, non sbaglia un colpo il Vicenza. La squadra di Di Carlo vince lo scontro diretto con il Carpi e aumenta a cinque punti il distacco sulla seconda piazza, attualmente occupata dalla Reggiana, corsara ad Imola sabato. Quarto posto solitario per il Sudtirol, che si sbarazza del Rimini e distanzia un Padova sconfitto in casa dal Modena e in una crisi sempre più profonda che potrebbe portare a sviluppi per quanto riguarda la panchina di Sullo. Vince contro la Fermana e consolida la posizione in zona playoff la Feralpisalò mentre sono ben tre i successi esterni, tutti col minimo scarto: oltre a quello già citato del Modena, esultano anche la Vis Pesaro, che vince il derby contro la Sambenedettese e l'Arzignano, che infligge al Gubbio una sconfitta di importanza esiziale. Pareggiano Ravenna e Fano così come Cesena e Virtus Verona, con i romagnoli che falliscono l'aggancio al decimo posto degli scaligeri.

Nel girone C vincono le prime tre della classe ma se Ternana (3-1 al Rende) e Bari (5-2 al Rieti) rispettano i pronostici senza eccessivi patemi, la capolista Reggina soffre le proverbiali sette camicie per avere la meglio di un Bisceglie avanti 1-0 fino all'87' e superato solo nei minuti finali dalle reti di Loiacono e Denis. Al quarto posto sale il Monopoli, che così come la Reggina ribalta il Catanzaro nelle fasi conclusive del match e aggancia il Potenza, fermato sul pareggio a Catania. Irrompe al settimo posto il Teramo, che piega un Avellino generoso con il minimo scarto. Stesso risultato, ma in trasferta, per la Viterbese a Picerno e la Cavese a Vibo Valentia. Pareggio tra Casertana e Virtus Francavilla e tra Paganese e Sicula Leonzio, con Grieco che torna sulla panchina dei lentinesi e interrompe l'emorragia di sconfitte (quattro consecutive) che avevano portato all'esonero di Bucaro.