FOCUS TC - Serie C, i possibili 10 colpi di mercato della settimana

20.01.2020 12:00 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Dany Mota Carvalho
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Dany Mota Carvalho

Terza (e penultima) settimana di calciomercato, con la conclusione della finestra invernale fissata al 31 gennaio. Tanti gli acquisti che saranno perfezionati in questi prossimi sette giorni, ma con TuttoC.com vediamo adesso i dieci colpi che sembrano essere più imminenti. 

Ettore Marchi - Dal Monza alla Juventus U23: niente panchina ieri per l'attaccante biancorosso ad un passo dal trasferimento in bianconero nell'affare che - ne parliamo appena sotto - che porterà Dany Mota Carvalho in Brianza. Giunto al Monza nel gennaio del 2019 lascia dopo 49 presenze totali e 8 reti.

Dany Mota Carvalho - Dalla Juventus U23 al Monza: stesso discorso appena fatto per Marchi. Non era in distinta ieri nel match contro l'Arezzo in vista dell'ufficialità della trattativa coi brianzoli. Sembrava dovesse essere un affare destinato alla prossima estate, invece ha subito una accelerata per essere realizzato già in questa sessione invernale. Per arrivare al portoghese il club biancorosso avrebbe offerto 2,5 più bonus pagabili in 2 anni. Mota ha già sostenuto le visite mediche con il Monza.

Andrea Cisco - Dal Pescara al Novara: sembrava esserci stato un lieve intoppo nella trattativa per portare l'attaccante - che aveva già detto sì ai piemontesi - in azzurro. C'era infatti da risolvere alcuni dettagli tra il Sassuolo, proprietario del cartellino, e il Pescara, dove Cisco ha giocato nella prima metà di stagione, ma alla fine l'operazione si è sbloccata ed oggi il giocatore ha finalmente firmato.

Matteo Rossetti - Dall'Avellino al Rimini: vinta la concorrenza di Cavese e Renate, il centrocampista classe 1998, un gol e due assist in Irpinia., è destinato a lasciare i biancoverdi per i biancorossi (via Torino). Operazione ormai in fase avanzata, tanto che si aspetta solo l'ufficialità.

Sergio Contessa - Dalla Feralpisalò al Catanzaro: il terzino è pronto a salutare i Leoni del Garda dopo averne vestito la maglia dal gennaio 2019. Il giocatore - il cui arrivo è stato già confermato dal ds Logiudice - dovrebbe rientrare nell'affare che porterebbe Fischnaller in verdeblù. Anche in questo caso manca semplicemente l'ufficialità.

Nicolas Izzillo - Dal Pisa all'Avellino: sembrava cosa fatta il suo passaggio al Sudtirol ed invece la sua destinazione sarà l'Irpinia. Mai impiegato in questa stagione da Luca D'Angelo, Izzillo saluterà i nerazzurri per accettare la richiesta dell'Avellino, che è pronto a prelevarlo a titolo definitivo con un contratto fino al prossimo 30 giugno.

Jacopo Scaccabarozzi - Dal Lecco al Renate: tra i due litiganti il terzo gode. Potremmo dire così visto che il centrocampista era stato precedentemente accostato a Giana ed AlbinoLeffe, ma alla fine ha deciso di tornare là dove aveva lasciato il cuore, tra le Pantere nerazzurre. Il suo ritorno - in prestito secco - è stato già annunciato da Magoni dopo la vittoria con l'Alessandria.

Daniele Cavallari - Dal Monopoli al Rimini: "Manca ancora l’esterno giovane e stiamo per definire uno scambio tra Oliana e Cavallari con il Monopoli, con quest’ultimo che dunque tornerà a vestire i nostri colori e a integrare il nostro pacchetto arretrato". Parola di Ivano Pastore, ds biancorosso, che ha così preannunciato il ritorno del classe 1998.

Filippo Oliana - Dal Rimini al Monopoli: vedi sopra, con la differenza che Oliana non ha mai vestito al maglia biancoverde e sarà alla sua prima esperienza al Sud.

Matteo Di Piazza - Dal Catania...al Catania: doveva essere il nuovo attaccante del Catanzaro, che gli aveva offerto due anni e mezzo di contratto. Ma ieri mister Lucarelli lo ha blindato dopo averlo mandato in panchina perché "non tutti reagiamo allo stesso modo alle difficoltà". Dopo le parole della vigilia, il tecnico ha evidenziato nel post pari col Potenza: "Di Piazza rimarrà a Catania. Il malumore deve gestirselo lui, altrimenti il rischio è di rimanere fuori fino a fine campionato". E allora ci sarà ancora il rossazzurro nel suo futuro.