Top & Flop di Carpi-Carrarese

09.10.2019 17:25 di Alessio Lamanna   Vedi letture
Pasciuti ai tempi di Carpi
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Pasciuti ai tempi di Carpi

Freschezza, motivazioni, determinazione: ecco le chiavi del match odierno di Coppa Italia che ha mandato ai sedicesimi il Carpi, vincente 2-0 sulla Carrarese. Gli ospiti sono arrivati in Emilia rimaneggiati, con meno turnover rispetto agli avversari, e questo forse ha fatto la differenza in negativo: i ragazzi di Baldini non sono riusciti a pareggiare l'impegno di quelli di Riolfo, sebbene la partita sia stata in bilico per oltre 70'. Carrarese battuta ma non umiliata, Carpi vincente con la voglia di fare delle riserve. 

Primo tempo a reti inviolate ma non noioso: diverse palle-gol, le più importanti sprecate da Carletti per il Carpi e da Pasciuti per la Carrarese. La ripresa inizia col gol dell'ex di Biasci, che al 50' trasforma una punizione dal limite con una soluzione rasoterra. La reazione apuana non è irresistibile, tanto che al 73' Fofana ipoteca il passaggio del turno con un bel mancino sul secondo palo che Forte non intercetta. Nel finale il subentrato Infantino si rende pericoloso ma il risultato non cambierà più. 

Ecco i top e flop del match:


TOP

Fabio Varoli (Carpi): si potrebbe premiare l'ottimo primo tempo di Maurizi, così come la ripresa arrembante di Biasci, ma nell'arco dei 90' il migliore è stato il 20enne difensore centrale, capace di gestire gli assalti di Maccarone e Manneh e, poi, Infantino e Tavano. I suoi compagni di reparto, più esperti, lo aiutano a offrire una prestazione impeccabile. SOLIDO

Massimo Maccarone (Carrarese): non segna e non ha occasioni per farlo, ma dimostra di stare molto bene facendo i chilometri per andare a prendersi palloni e giocandoli poi per la squadra. Non fosse per la capigliatura (che però era la medesima anche ai tempi del Middlesbrough), i 40 anni anagrafici sarebbero impronosticabili. SEMPREVERDE


FLOP

Roberto Grieco (Carpi): prova sufficiente, lo premettiamo. Ma il centrocampista 23enne, all'esordio stagionale, nel primo tempo fatica a fare filtro a metà campo. Il risultato è che la Carrarese arriva facilmente al limite dell'area. Migliora alla distanza. SPAESATO

Lorenzo Pasciuti (Carrarese): era l'uomo del giorno visti i suoi trascorsi a Carpi, ma delude le attese. A parte qualche scelta poco saggia palla al piede, nel primo tempo non riesce a segnare con la porta praticamente sguarnita, nella ripresa si fa saltare da Fofana in occasione del 2-0. EMOZIONATO