Top & Flop di Sambenedettese-Fermana

09.10.2019 20:45 di Valentino Bonetti   Vedi letture
Trillò (TOP Sambenedettese)
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Trillò (TOP Sambenedettese)

Si è chiusa sul risultato di 0 a 2 la sfida tra Sambenedettese e Fermana, giocata alle 18,30 al “Riviera delle Palme” e valevole per il primo turno di Coppa Italia Serie C. Come preannunciato nella conferenza stampa di presentazione della partita, i due tecnici, Montero e Destro, fanno ampio uso di turnover per questa sfida: Sambendettese schierata con il consueto 4-3-3 in cui Panaioli agisce da falso nueve, Fermana ad albero di Natale con D'Angelo e Bacio Terracino a supporto di Cognigni. Ospiti in vantaggio al 17': palla al centro per Cognigni, bravissimo a difendere il pallone sulla marcatura di Biondi, il quale, ingenuamente, commette fallo sull'attaccante gialloblu. Dal dischetto si presenta lo stesso numero 23 che spiazza Raccichini. La squadra di Destro potrebbe raddoppiare al 35': Bacio Terracino innesca D'Angelo a tu per tu con Raccichini, ma questa volta Biondi è provvidenziale a chiudere in corner prima che il numero 10 della Fermana possa concludere a rete. La ripresa inizia con gli stessi 22 che avevano iniziato il match. Ci si aspetta la reazione della Samb, ma invece è la Fermana a trovare il raddoppio al 64': recupero palla della squadra di Destro, Bacio Terracino serve D'Angelo largo a sinistra, il numero 10 stoppa la palla e lascia partire un destro sul primo palo che non lascia scampo a Raccichini. La Samb, sostenuta dal pubblico del “Riviera”, prova fino alla fine a riaprire il match, ma ai sedicesimi di finale, dove il 6 novembre se la vedrà con la Ternana al “Liberati”, avanza meritatamente la Fermana.

Ecco top e flop della gara appena conclusa:

TOP:

Lorenzo Trillò (Sambenedettese): se Montero cercava risposte da chi aveva giocato di meno in campionato, sicuramente lui ha riposto presente. Tante, infatti, le iniziative interessanti sulla fascia sinistra per l'esterno classe '97, sicuramente una delle note liete di questa serata di coppa in casa Samb. Unico neo il giallo rimediato al 67' per un brutto fallo su Bellini. PERPETUO
Massimo D'Angelo (Fermana): l'attaccante classe 1990 gioca a supporto di Cognigni ed offre una prestazione convincente, impreziosita dalla rete che chiude la partita poco prima della metà della ripresa. Da citare anche i suoi compagni di reparto Cognigni, che si procura e trasforma il rigore del vantaggio, e Bacio Terracino, autore dell'assist per il 2 a 0 ed altre giocate preziose. RITROVATO

FLOP:

Lorenzo Panaioli (Sambenedettese): gioca come centravanti, o falso nueve per dirlo alla spagnola ma l'unico giocatore adatto a quel ruolo indossa la maglia numero 10 del Barcellona. Lui, purtroppo, è penalizzato da questa posizione e fatica a mettere in luce le sue indubbie qualità. L'assenza di un'alternativa a bomber Cernigoi può essere un problema per Montero. SACRIFICATO
Nessuno nella Fermana: dopo il 3 a 0 di Bolzano nel turno infrasettimanale di campionato del 25 settembre scorso, mister Flavio Destro si aspettava una risposta da chi aveva giocato meno e la squadra ha dato due squilli vincendo e convincendo su un campo comunque ostico, nonostante Montero schieri la squadra B, come il “Riviera delle Palme”. ORGOGLIOSI