Top & Flop di Ternana-Catania

29.01.2020 17:00 di Andrea Carlino   Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Top & Flop di Ternana-Catania

Con una prova d'autorità la Ternana vince contro il Catania e mette un piede in finale. Non basta alla squadra di Lucarelli una prova dignitosa, soprattutto nel primo tempo. Gravi lacune in difesa (soprattutto al centro) e attacco volenteroso, ma spuntato (almeno tre chance sprecate). Alla formazione di Gallo basta un secondo tempo a ritmo intenso per far propria la gara. Segnano Partipilo e Torromino. Gara di ritorno in programma giovedì 13 febbraio alle 15 allo stadio Angelo Massimino. 

Il Catania parte forte e propositivo e già al 3' si rende pericoloso: punizione di Curcio con palla che termina alta di poco sopra la traversa. Poco dopo ancora una chance per il Catania con Rizzo, ma il suo tiro finisce altissimo. La Ternana si fa viva delle parti di Martinez allo scoccare del quarto d'ora. Prima ci prova Furlan da calcio di punizione, Martinez respinge centralmente, Ferrante, tutto solo, manda alto di testa. Il Catania risponde colpo su colpo con Curcio ispirato, ma i due tiri del numero 10 non inquadrano la porta. La squadra di Lucarelli sfiora il gol al 25', ma Esposito e Mbende si danno fastidio sul tap-in dopo respinta di Marcone. Il Catania spinge e al 37' sfiora ancora il gol con il tiro-cross di Pinto che finisce alto, di poco, sopra la traversa. Prima del fischio del primo tempo proteste del Catania per un presunto falllo da rigore ai danni di Barisic, l'arbitro ha lasciato proseguire.

Nella ripresa subito un cambio per la Ternana (che aveva cambiato nel primo tempo Diakité con Suagher). Fuori anche Ferrante, acciaccato, entra Partipilo che alla prima occasione trova il gol: cross di Nesta, zampata vincente dell'attaccante che anticipa la coppia difensiva etnea e fa esplodere il Liberati. La gara si infiamma, Partipilo sfiora il raddoppio dopo azione personale, ma il palo dice di no all'attaccante. Gli umbri insistono e trovano il secondo gol con Torromino che ha spazio per concludere a giro sul secondo palo, nulla da fare per Martinez. Il Catania si getta in avanti alla ricerca del gol. Al 69' sulla sponda aerea di Curcio, Sarno anticipa il portiere ma un difensore salva a pochi passi dalla linea prima del tap-in. Dieci minuti più tardi è Biondi a sprecare una grande chance, ma la sua girata di destro trova la parata di Marcone. La Ternana non è sazia e sfiora anche il terzo gol: Palumbo inventa, palla a Defendi che serve sul secondo palo il compagno che in scivolata manda a lato. Dopo quattro minuti di recupero finisce il match con il successo della Ternana sempre più vicina alla finale di Coppa. Al Catania serve una vera e propria impresa sportiva per superare gli umbri.

Ecco i top&flop della gara

Top

Anthony Partipilo (Ternana) - Si conferma tra gli uomini più in forma a disposizione di Gallo. Entra e fa subito a segno, con il suo movimento manda in confusione la statica coppia centrale del Catania. Sfiora anche la doppietta, ma in scivolata manda a lato. MATCH WINNER

Luca Calapai (Catania) - Spinge forte sulla fascia, mette in area cross interessanti e in difesa fronteggia con ardore le scorribande avversarie. Bene nel primo tempo, cede anche lui nella ripresa, ma l'impegno c'è. VOLENTEROSO

Flop

Alexis Ferrante (Ternana) - Deve alzare bandiera bianca dopo un tempo per un problema fisico, in realtà, però, anche prima dell'infortunio non aveva particolarmente brillato ben marcato dai difensori etnei. L'infortuno occorso a metà prima frazione, comunque, lo frena. POLVERI BAGNATE

I centrali del Catania -  Con Ferrante la coppia di difensori centrali composta da Esposito e Mbende resiste, nella ripresa, però, la musica cambia con Partipilo, Furlan e Torromino in evidenza. La staticità e la lentezza in chiusura si fa sentire. E anche nel primo tempo avevano pasticciato in area avversaria. STATICI