Como, le tante storie di un'ultima giornata senza tensioni

03.05.2021 19:40 di Alessio Lamanna   Vedi letture
Como, le tante storie di un'ultima giornata senza tensioni
TMW/TuttoC.com

Il Como, già promosso in Serie B, ha concluso ieri la sua regular season andando a vincere 5-0 a Novara. Senza lo stress della classifica i lariani hanno giocato con la testa libera e i risultati sono stati ottimi. Ma la trasferta del Piola ha regalato tante belle storie: le elenchiamo qui di seguito in ordine di "anzianità". 

Alessio Iovine: Gattuso non lo risparmia neanche a Novara, forse anche per fargli chiudere l'en plein: 38 presenze su 38, 3420 minuti giocati su 3420. Mai un infortunio, mai una squalifica, mai una sostituzione. E un rendimento mediamente ottimo, soprattutto quando schierato sulla sua fascia di competenza. Stagione da incorniciare per l'esterno comasco, che porta in Serie B la squadra della sua città e lo fa da vero e proprio insostituibile. E ora, dopo tanti anni in C, si giocherà le sue carte in cadetteria. 

Franco Ferrari: molto criticato soprattutto nel girone d'andata, ieri ha segnato un gol inutile per il risultato ma molto bello, in pallonetto. Le reti in campionato sono 6: il tanto bersagliato "Loco" alla fine ha dato il suo contributo. 

Enrico Celeghin: nel corso della stagione il 22enne scuola Inter ha trovato meno minutaggio di quanto sperasse, ma ieri ha trovato la seconda da titolare e anche un gol che gli dà molta fiducia. E' sotto contratto anche per l'anno prossimo e spera di aver rinsaldato il suo posto nel Como del futuro. 

Pierre Bolchini: è senz'altro la storia della settimana. Novarese e passato anche dalle giovanili del Novara, il terzo portiere lariano non giocava da oltre due anni. Ieri, a promozione conquistata, è arrivata la prima presenza con la maglia lariana e l'esordio assoluto tra i professionisti. Ed è andata benino: un rigore parato sullo 0-0 e addirittura un assist per Ferrari nel finale. Neanche nei migliori sogni...

Lewis Walker: sul 22enne inglese è il caso di spendere qualche parola. A inizio stagione sembrava davvero spaesato e lontanissimo dal livello richiesto dalla Serie C. Ma il giovane attaccante si è dato da fare, si è impegnato molto per ambientarsi nel nostro calcio e per guadagnarsi spazio. Ha giocato diversi scampoli di partita e qualche volta è anche partito dall'inizio: ogni volta è sembrato sempre più in crescita. Ieri è arrivato anche il secondo gol stagionale, ma quello che ha colpito è soprattutto la prestazione di personalità e anche il miglioramento tecnico. Anche lui è sotto contratto fino al 2022, chissà che questo trend positivo non gli valga un posticino a completamento in Serie B. A great improvement! 

Matteo Vincenzi: cresciuto nel settore giovanile del Como, Gattuso gli ha concesso l'esordio dopo averlo già convocato qualche volta. Un sogno coronato dalla rete del definitivo 5-0 arrivata in contropiede nel recupero. Un punto di partenza per il giovane esterno offensivo. 

Gabriele Soldi: anche lui classe 2002 e prodotto del vivaio, anche per lui ieri è arrivato l'esordio assoluto tra i professionisti.