FOCUS TC - Serie C, 27^ giornata: la Top 11 del Girone A

Modulo 4-2-3-1
25.02.2020 06:00 di Marco Pieracci   Vedi letture
Angelo Gregucci
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Angelo Gregucci

In una ventisettesima giornata di campionato incompleta, a causa di tre rinvii per l'allarme coronavirus, fa notizia la terza gara senza vittorie del Monza, bloccato sul pareggio in casa dall'Arezzo. Turno favorevole per la Carrarese, unica tra le prime a centrare i tre punti. La squadra di Baldini approfitta dei passi falsi di Renate e Pontedera, per portarsi al secondo posto solitario. Sorride anche l'Alessandria che aggancia il Siena in quinta posizione. In coda scatto dell'Olbia, che centra il terzo successo di fila abbandonando l'ultima casella della classifica, occupata ora dal Gozzano. Ecco la Top 11 del girone A di TuttoC.com.

PORTIERE

Marco Pissardo (Arezzo): contro la capolista si arrende solo dal dischetto. Prima è insuperabile, con un doppio salvataggio in successione da applausi su Finotto e Brighenti.

DIFENSORI

Gabriele Vavassori (Pianese): tra le poche liete della squadra di Masi, che non riesce più a vincere. Bene nelle due fasi, assicura una discreta spinta.

Luca Ceccarelli (Arezzo): sempre concentrato e cattivo al punto giusto in marcatura. Non ha paura di rischiare l’intervento in tackle quando serve.

Diego Conson (Carrarese): alla terza partita consecutiva da titolare, sforna una prestazione da leader al centro della difesa. Comanda il reparto con autorevolezza e grinta.

Francesco Pisano (Olbia): blinda la corsia sinistra, contribuendo in maniera importante alla terza vittoria di fila che permette ai sardi di schiodarsi dall’ultima posizione.

CENTROCAMPISTI

Edoardo Duca (Pergolettese): spiana la strada al blitz dei cremaschi sul campo del Renate, al primo ko casalingo, sbloccando il risultato con un morbido tocco di esterno.

Giovanni Foresta (Carrarese): il jolly di Baldini, dove lo metti sta. É praticamente in ogni zona del campo. Recupera una quantità industriale di palloni, ricoprendo tre ruoli differenti.

TREQUARTISTI

Gianluca D’Auria (Robur Siena): se è in giornata è difficile contenerlo. Realizza un gol da urlo e ne sfiora un altro. Uomo in più dei bianconeri.

Riccardo Martignago (Alessandria): sfrutta un errore di Bernardini per battere Sarri. La prima gioia in maglia grigia corona una prova di qualità e vale l’aggancio al quinto posto.

Matteo Brunori (Juventus U23): implacabile dentro l’area piccola, segna la sua prima rete in bianconero piegando la Pianese con un colpo di testa chirurgico.

ATTACCANTE

Saveriano Infantino (Carrarese): il capocannoniere torna al gol dopo tre giornate e mette lo zampino negli altri due, confezionando gli assist per Calderini e Cardoselli.

ALLENATORE

Angelo Gregucci (Alessandria): continua la scalata verso le prime posizioni della formazione piemontese, rigenerata dal suo arrivo. In poco tempo il tecnico è riuscito a trasmettere i propri concetti di gioco, mettendo le individualità nelle condizioni ideali per rendere al meglio.