Non solo Juve, la Viola prenota la seconda squadra

20.07.2019 06:00 di Marco Pieracci   Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
Non solo Juve, la Viola prenota la seconda squadra

C'è vita oltre la Juventus U23. Non in questa stagione, visto che gli organici della prossima Serie C sono già definiti, ma la notizia è che dal prossimo anno la formazione bianconera potrebbe non essere più la sola squadra satellite della massima serie e curiosamente a seguire la strada tracciata dodici mesi fa dal club torinese sarà una delle sue più acerrime rivali. Non una big come Inter o Milan ma una società ambiziosa che vuole dare il via ad un nuovo corso.

Joe Barone, braccio destro del patron italoamericano della Fiorentina Rocco Commisso, ha aperto alla possibilità di allestire la seconda squadra a partire dalla stagione 2021/22: “Esperienza utile per capire come funziona la Serie C e come funzionano le seconde squadre in questo campionato. Ne abbiamo parlato per il futuro della Fiorentina" ha dichiarato il dirigente viola ai microfoni di Radio Bruno: "ll momento è importante sviluppare strutture per la Fiorentina. La seconda squadra è un concetto molto importante a cui la Fiorentina guarderà per il futuro. E’ importante poter valutare i nostri giocatori in un campionato impegnativo come quello di Serie C". 

Parole che suonano come musica per le orecchie di Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro che proprio a Firenze ha la sua sede: "La Fiorentina ha deciso di farla. E l'ha fatto per aumentare giovani italiani per la Nazionale Italiana, questo è il ragionamento che abbiamo fatto". Ed è proprio qui che sta la vera sfida per dare un senso al progetto. Le seconde squadre dovrebbero essere funzionali alla valorizzazione dei prodotti dei nostri settori giovanili e non un parcheggio per stranieri acquistati da altri Paesi come osservano giustamente i più scettici.